Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Indonesia devastata dalle alluvioni

Qualcuno punta il dito sul "clima impazzito" che ha causato oltre 200 morti nell'isola di Sumatra. La verità somma invece la normale fenomenologia associata alla Nina alle conseguenze della deforestazione selvaggia

In primo piano - 27 Dicembre 2007, ore 10.45

A tre anni esatti dal disastroso tsunami provocato da un violento terremoto sottmarino l'Indonesia si trova ancora di fronte ad una calamità naturale di immani proporzioni. Questa volta sono state le intense e prolungate piogge dovute all'attuale disposizione degli Alisei ad accendere la miccia del disastro. L'attuale fase di Nina, che contempla acque più fredde della norma al largo del sud America e viceversa più calde proprio a ridosso dell'Indonesia, ha provocato l'insorgenza di piogge torrenziali che si sono abbattute in particolare sull'isola di Sumatra. Diversamente da quanto si potrebbe pensare non è stata l'eccezionalità dell'evento meteorologico (il quale infatti rientra nella normalità climatica della zona) a determinare una tale devastazione, tanto la dissennata deforestazione operata senza scrupoli e in modo assolutamente illegale. I terreni, privati della copertura vegetale, non riescono più ad assorbire e a smaltire le enormi quantità d'acqua che cadono in queste situazioni e il dilavamento che ne consegue porta alla formazione di impetuosi torrenti di acqua e fango che stanno poi all'origine della potenza distruttiva costata cosi tante vittime. L'episodio alluvionale più cruento è avvenuto nel parco naturale di Leuser dove da tempo il capo dell'amministrazione locale Syamsul Arifin puntava il dito contro uomini d'affari, politici e polizia militare che coprono abitualmente l'illegale taglio delle foreste. In dieci anni sarebbero stati rasi al suolo ben 400 chilometri quadrati di foreste solo all'interno del parco. Il direttore dell'associazione ecologista locale "Walhi", Longgena Ginting, ha inoltre parlato di una tragedia ampiamente annunciata, affermando che l'85 per cento delle calamità naturali in Indonesia dipende proprio dal dissesto idro-geologico dovuto alla deforestazione selvaggia. Nel 1950 le foreste ricoprivano 1.620.000 chilometri quadrati, nel 2000 solo 980 mila.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.33: SS75 Centrale Umbra

incidente

Incidente a 103 m prima di Incrocio Bastia Centro/Torgiano/Loc. S.Lucia (Km. 6) in direzione Incr..…

h 02.25: SS75 Centrale Umbra

blocco incidente

Chiusura corsia, incidente a 103 m prima di Incrocio Bastia Centro/Torgiano/Loc. S.Lucia (Km. 6)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum