Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

INDICI AO e NAM: nessuno per ora chiude la porta all'inverno...

Per il momento tutti gli scenari ancora possibili, nonostante un indice NAM in stratosfera un po' alto, ma il collegamento con quanto avviene in troposfera non è automatico.

In primo piano - 11 Novembre 2015, ore 14.49

Il North Annular Mode (NAM) descrive la potenza del vortice polare a tutte le quote, anche se non sempre ha un collegamento diretto con gli strati più bassi dell'atmosfera, cioè con la troposfera, dove si monitora l'oscillazione artica (AO). La situazione attuale vede pressioni molto alte alle basse latitudini e basse a quelle più elevate con presenza di aria fredda in stratosfera. Il vortice polare risulta dunque compatte e vivace.

Il monitoraggio del NAM in stratosfera è molto importante perché consente di cogliere eventuali riscaldamenti di questo strato d'aria, in particolare alla superficie isobarica dei 10hPa.

Quando il valore nella mappa riferita all'indice scende sino a -3, è presente un notevole riscaldamento stratosferico che finisce per rendere instabile il vortice polare troposferico per un periodo di circa 2 mesi.
In questo periodo, come del resto è accaduto spesso negli ultimi anni, siamo sempre prossimi a valori di +1 che indicano la presenza di aria molto fredda in stratosfera, se salisse ancora e si superassero i +1.5 il vortice polare troposferico potrebbe, ma non è automatico, girare all'impazzata per lo stesso periodo di tempo.

Perché ciò avvenga l'indice AO deve risultare analogamente positivo e non incerto come sembra destinato ad essere dalla metà del mese. Oltretutto una nostra simulazione dell'andamento del NAM, come si vede in alto a sinistra, mette in luce che il superamento della soglia critica in stratosfera potrebbe anche non verificarsi almeno sino ai primi di dicembre.

Un vortice polare che chiaramente non risulta compatto e mostra un'oscillazione artica negativa o neutra può non ubbidire ai comandi lanciati dalla stratosfera: mancherebbe così l'accoppiamento e l'inverno potrebbe decollare gradualmente anche alle nostre latitudini, in caso contrario vivremmo ancora lunghe fasi anticicloniche alternate comunque a qualche momento perturbato ed episodicamente anche più freddo, specie nel momento in cui il fronte polare si abbasserà fisiologicamente di latitudine, cioè da metà dicembre.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.14: SS21 Della Maddalena

catene sdrucciolevole

Ghiaccio nel tratto compreso tra 638 m dopo Incrocio Demonte (Km. 17) e 3,983 km prima di Incrocio..…

h 09.14: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli (Km. 31..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum