Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

In marcia verso un cambio di circolazione: vediamo con quali prospettive

Perdono di importanza le correnti settentrionali, fanno un passo avanti quelle occidentali oceaniche previste nei prossimi giorni conquistare l'ovest Europa, vediamo con quali prospettive.

In primo piano - 16 Settembre 2019, ore 21.45

Il nostro Paese dovrà ancora fare i conti con una situazione di caldo fuori stagione, almeno sino al prossimo mercoledì. In seguito l'anticiclone con una chiara alimentazione di tipo subtropicale, è previsto postarsi con i propri massimi verso il Regno Unito, lasciando aperto un corridoio di correnti fresche più instabili in arrivo dai quadranti orientali. Tra giovedì e venerdì prossimo sullo stivale italiano è attesa una modesta diminuzione della temperatura che sarà accompagnata da qualche precipitazione soprattutto sulle regioni del versante Adriatico ed al nord. Ecco come il modello americano identifica il passaggio della perturbazione nella mattinata di giovedì, quando sulle regioni centrali troveremo in azione una debole circolazione ciclonica anche al suolo:

 

Da questo punto in avanti potrebbe prendere il via un declino dell'alta pressione sul Mediterraneo. L'attenuazione del campo barico viaggerebbe attraverso lo sviluppo di una circolazione di bassa pressione sull'Europa occidentale, di fatto segnando il termine della lunga fase di venti settentrionali che ci hanno interessato sino a pochi giorni fa. La ricetta del tempo italiano per il prossimo futuro potrebbe quindi essere una circolazione di tipo meridionale, con possibilità di precipitazioni soprattutto sui versanti tirrenici ed al nord. Su questa linea di tendenza sono necessarie ancora delle conferme, nel frattempo, ecco la previsione del modello europeo riferita a sabato 21 settembre, nella quale possiamo distinguere chiaramente l'avvicinarsi di una circolazione depressionaria atlantica verso l'Europa:

Anche nel lungo termine resterebbe invece immutato il quadro termico generale che, esclusa la parentesi più fresca prevista tra giovedì e venerdì prossimo, continuerebbe a essere generalmente sopra le medie del periodo, anche se gli scarti termici maggiori finirebbero per concentrarsi sulle regioni meridionali.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum