Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

In breve sulla seconda decade settembrina: instabilità al centro-nord, soleggiato al meridione

Nei prossimi giorni una nuova perturbazione determinerà precipitazioni intense sui settori centro-settentrionali del Paese mentre al meridione splenderá il sole con temperature in aumento. Attenzione al nuovo passaggio perturbato atteso tra mercoledì 16 e giovedì 17 con target nuovamente le regioni settentrionali.

In primo piano - 11 Settembre 2015, ore 17.00

Confermato anche dagli ultimi aggiornamenti  il transito di un sistema frontale organizzato che dal pomeriggio di domenica 13 settembre e per gran parte di lunedì 14, attraverserà i settori centrali e settentrionali italiani, distribuendo cumulate precipitative piuttosto importanti. Tra le aree che più di altre si giocheranno la possibilità d'avere accumuli rilevanti di pioggia, citiamo i settori alpini e prealpini centro-occidentali, Liguria, Toscana e Lazio. Tra i momenti di massima criticità possiamo individuare il pomeriggio di domenica 13 e soprattutto la nottata tra domenica e lunedì, momento in cui le precipitazioni risulterebbero copiose e persistenti, sovente a carattere temporalesco.

Sulle regioni meridionali le condizioni atmosferiche sarebbero invece votate al tempo buono, con temperature in nuovo aumento ed un picco di calore particolarmente sensibile sulla Sardegna.

Volgendo lo sguardo al periodo successivo, sembra trovare conferma anche con l'aggiornamento odierno il mantenimento di un flusso tendenzialmente meridionale della ventilazione sul Mediterraneo, una circolazione che ci terrebbe compagnia almeno sino al termine della seconda decade settembrina. Il centro di calcolo americano mette in evidenza un secondo passaggio perturbato ancora una volta diretto ai settori centro-settentrionali tirrenici tra mercoledì 16 e giovedì 17 settembre.

A livello generale europeo infatti, persisterebbe una vistosa figura di bassa pressione distesa lungo i meridiani dell'oceano Atlantico e dell'Europa occidentale. Lungo il lato ascendente di questa saccatura, il pescaggio d'aria caldo-umida di estrazione subtropicale contribuirebbe a consolidare un profilo termico superiore alle medie stagionali.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum