Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il Vortice Polare accende i motori sull'est europeo

Sul finire della settimana una prima incursione verso sud del Vortice Polare porterà neve fino a bassa quota a nord delle Alpi e sull'Europa orientale. L'Italia sarà solamente sfiorata da questa nuova irruzione fredda.

In primo piano - 16 Novembre 2004, ore 10.13

Con l'avanzare della stagione autunnale l'insolazione nel nostro emisfero diminuisce progressivamente e, soprattutto alle latitudini più vicine al Polo, fa sempre più freddo. Dal contrasto col mare relativamente più caldo viene prodotto gran parte del carburante per alimentare una figura depressionaria che ha molti estimatori ed acerrimi nemici: il Vortice Polare. Al solo evocarlo vengono subito in mente le scorribande nevose dei mesi invernali tanto gradite agli appassionati, temute per i disagi e i danni che possono provocare. Come in molti sanno, si tratta del fratello "cattivo" della depressione d'Islanda, una configurazione barica che raccoglie tutto il respiro del Mar Glaciale Artico e che, ad ondate, riversa fiumi di aria gelida sull'Europa. Nelle ultime settimane, dopo il letargo estivo, ha ripreso sempre più vigore tanto da decidere il primo debutto stagionale sul Vecchio Continente. Una sorta di "grand opening" con gala della neve incluso. Chi sono gli invitati? Al momento non l'Italia, protetta com'è dall'anticiclone sull'ovest europeo in ulteriore rinforzo, e che dovrà limitarsi ad assistere alla "cerimonia" da una finestra. Gli ospiti d'onore saranno i Paesi dell'est, ovviamente la Scandinavia (che è un po' la madrina di tutte le sue uscite) e molto probabilmente anche la Svizzera e l'Austria. Come si svolgerà il party? A partire da giovedì, la spinta anticiclonica fin sulla Groenlandia meridionale metterà in movimento verso sud un poderoso blocco di aria artica di estrazione polare. Il getto troppo teso da ovest ad est ne devierà la traiettoria principale verso i Balcani, l'Europa orientale e la Russia tanto che per il fine settimana sarà praticamente inverno dalla ex-Iugoslavia e la Romania verso nord. Perché Svizzera e Austria? Da venerdì sera, una parte dell'aria fredda andrà ad impattare contro l'arco alpino causando nevicate fino a bassa quota sui versanti esteri della fascia alpina: probabili tormente sulla Savoia francese, il Vallese, i Grigioni, il Canton Ticino, il Tirolo e la Carinzia. Più a nord non andrà meglio con un deciso calo termico e neve praticamente fino al piano su Germania, Olanda, Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia e Polonia. Nel corso del fine settimana il freddo e la neve guadagneranno anche il restante est europeo e la vicina Russia con limite meridionale della neve a bassa quota su Slovenia, Serbia e Romania. Per l'inizio della prossima settimana invece l'anticiclone più ad ovest tenterà di riappropriarsi quantomeno dell'Europa centrale. E in Italia cosa dobbiamo attenderci? Episodi favonici sulle regioni settentrionali, moderato maltempo al centro-sud, specie sui versanti orientali e nuovamente tanto vento ovunque, specie tra venerdì e sabato. Calo termico generalizzato, più sensibile sull'angolo nordorientale ed in montagna.

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum