Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo della prossima settimana nel segno dell'instabilità

Fresco ed instabilità ad oltranza sull'Italia, ma con minore coinvolgimento del nord e delle regioni tirreniche; più penalizzato il medio Adriatico e parte del sud.

In primo piano - 1 Agosto 2006, ore 11.47

Con le carte oggi in nostro possesso non possiamo certo dire che l'estate sia giunta al capolinea, ma ci sono serie possibilità che l'agosto 2006 imiterà a grandi linee, almeno in questa prima metà, quello dell'anno passato. In viaggio verso Ferragosto dunque, con il temporale dietro l'angolo e il fresco fuori dalla porta. Gli italiani a questo punto si divideranno tra chi ha già fatto le vacanze e chi le sta per iniziare; tra chi ha sofferto caldo e siccità e chi invece non vuole il fresco e i temporali. Purtroppo la natura ha i suoi ritmi e le sue necessità; occorre adattarsi, sperare e godere dei cambiamenti, qualunque sia la situazione che si presenta; perchè c'è un pianeta che va avanti così da tempi immemorabili e se si è preservato fino ad oggi è proprio per questi equlibri, talvolta strampalati agli occhi nostri. Come spesso accade, da qualche anno a questa parte, l'anticiclone azzorriano tende a ritirarsi di frequente in pieno oceano, per rimanervi più o meno stabilmente per settimane. I pochi movimenti sono prevalentemente meridiani e diretti verso nord, fattore che invoglia le circolazioni depressionarie a puntare dirette verso il Mediterraneo centrale, o al più sulla Penisola Balcanica. Quando ciò accade d'estate, così come avverrà nei prossimi giorni, comporta un improvviso mutamento dei parametri atmosferici, specie quelli termici e udometrici, con conseguenze talvolta imprevedibili, comunque e sempre da seguire con attenzione. Ecco quindi aria piuttosto fresca che scalza aria molto calda e umida; notevole instabilità atmosferica e temporali a ripetizione. Un trend di questo tipo pare acquisito anche per il prosieguo della prossima settimana, quando nuovi impulsi instabili, provenienti dall'Europa centro-orientale, percorreranno la direttrice nord-est sud-ovest, fino a coinvolgere a più riprese il nostro paese. Parzialmente protetto questa volta il nord, ma soprattutto le regioni del versante tirrenico; mentre le regioni adriatiche e parte del sud, potrebbero averne per molti giorni. I lati positivi: il caldo non farà più parlare di sè e non ci darà più fastidio; le riserve idriche verranno parzialmente rimpinguate e se non altro calerà il tasso di evapo-traspirazione della vegetazione; i fenomeni temporaleschi frequenteranno prevalentemente i rilievi, limitandosi soltanto a pochi episodi nelle zone costiere, specie quelle tirreniche e delle isole maggiori. I lati negativi: ci potrebbero essere fenomeni localmente violenti e grandinigeni; alcune zone potrebbero vedere fenomeni temporaleschi ripetuti per diversi giorni, specie in Appennino; penalizzazioni negli spostamenti e nelle attività all'aperto.

Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum