Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo dei prossimi giorni: il "tardo autunno" prosegue a tempo indeterminato?

Rinforzano le correnti occidentali sull'Europa, nel prossimo futuro ci saranno ancora nuove chances di PIOGGIA ma per l'inverno ancora niente da fare.

In primo piano - 4 Dicembre 2019, ore 17.20

Nei prossimi giorni la circolazione atmosferica sarà destinata a subire l'influenza portata da un ricompattamento del Vortice Polare. Questo ricompattamento determina un aumento della forza e dell'intensità delle correnti occidentali che sull'Europa si manifesta principalmente attraverso il rinforzo dell'alta pressione che si sta verificando già in questi giorni, in particolar modo sui settori centrali ed occidentali d'Europa. Aria più mite di origine oceanica, affluisce sopra quella più fredda artica, e tende a sostituirsi ad essa. Una parte di questa aria fredda ha raggiunto le regioni del centro e del nord Italia, ma anche qui nei prossimi giorni tenderanno a prevalere le correnti oceaniche, associate ad un nuovo rialzo delle temperature. Il vento freddo e secco di Grecale e Tramontana che sta sferzando i nostri bacini, verrà sostituito dalle correnti più temperate di origine oceanica. Ecco la previsione del modello americano GFS, riferita a domenica 8 dicembre, nella quale possiamo osservare quelli che saranno i punti cardine della nuova circolazione, un disegna già visto e rivisto numerose volte, con l'alta pressione delle Azzorre a fare da sponda sull'Europa occidentale, le grandi depressioni che influenzano il tempo delle latitudini settentrionali, le correnti nord-occidentali che attraversano il nostro Paese, accompagnate da variabilità:

In linea generale, la circolazione atmosferica prevista nel medio del lungo termine continuerà a restare influenzata da un Vortice Polare sempre piuttosto compatto, anche se con tutta probabilità, le correnti a media ed alta quota, tenderanno ad ondularsi maggiormente, favorendo in questo modo un'evoluzione più instabile ipotizzata da modello americano soprattutto a partire dalla seconda decade di dicembre. Più instabile ma non necessariamente più fredda, infatti una corrente zonale sempre piuttosto attiva, potrebbe scongiurare almeno In un primo momento, irruzioni di aria fredda in grado di conquistare in maniera decisa le latitudini meridionali del nostro continente. La linea di tendenza del modello americano, riferita all'inizio della seconda decade dicembrina (giovedì 12), con una grande depressione in grado di influenzare le condizioni atmosferiche su una buona fetta d'Europa, dove il tempo risulterà instabile ma il freddo ancora modesto e la neve relegata alle quote di montagna:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum