Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo da giovedì 7 a sabato 9 febbraio: sfonda la neve sul Tirreno o no?

Il secondo intenso scambio meridiano è previsto profilarsi sul nostro continente entro giovedì 7 febbraio con risvolti ancora da valutare. Riusciranno le precipitazioni nevose a bassa quota a trasferirsi sino alle regioni tirreniche?

In primo piano - 30 Gennaio 2013, ore 15.30

Con l'arrivo di sabato due febbraio un tipo di circolazione completamente diversa plasmerà il tempo atmosferico dell'ultimo mese di inverno meteorologico. La tendenza manifestata dall'anticiclone delle Azzorre sarà quella di presentare delle elevazioni sempre più convinte verso nord. Una configurazione di blocco potrebbe divenire realtà già entro martedì 5 febbraio.

 La configurazione di blocco è provocata da una graduale rotazione d'asse della depressione canadese in modo tale da favorire la risalita di masse d'aria calda sin oltre il Circolo Polare Artico. Sino ad ora la forma assunta dalla fascia depressionaria canadese è risultata disposta lungo i paralleli innescando l'attivazione di un violento flusso di venti zonali, questi stessi venti zonali hanno permesso all'anticiclone atlantico di espandersi verso est invadendo il continente europeo.

Con la rotazione d'asse, un intenso flusso mite oceanico risalirà parecchie centinaia di chilometri verso nord sin verso la penisola groenlandese, provocando una forte azione di disturbo a carico del Vortice Polare. Questa manovra determinerà una discesa abbastanza brusca di masse d'aria fredda di natura artico-marittima che influenzeranno il tempo europeo almeno durante la prima metà del mese di febbraio.

Il primo impulso della serie è previsto transitare sul nostro Paese nelle giornate di sabato 2 e domenica 3 febbraio, attraverso il transito di un veloce sistema nuvoloso che sarà seguito da un calo abbastanza brusco della temperatura. Il secondo impulso freddo corrisponderà ad una rimonta più convinta dell'anticiclone delle Azzorre sull'Atlantico settentrionale sin verso la Groenlandia.

Così facendo una massa decisamente più cospicua di aria fredda verrà prelevata dal mar Artico scandinavo sin verso l'Europa centrale ed in prospettiva la penisola italiana. Trattasi di una massa d'aria gelida soprattutto alle quote superiori, al livello del suolo le temperature risulteranno in parte stemperate dall'origine marittima della stessa massa d'aria. Questo particolare profilo termodinamico provoca l'esasperazione del gradiente termico verticale, rendendo le masse d'aria fredda di origine artico-marittima particolarmente propense a generare instabilità.

La neve a bassa quota guadagnerà anche le regioni tirreniche?

E' impossibile al momento stabilire il comportamento della massa d'aria fredda una volta giunta sul Mediterraneo. La formazione di intensi blocchi anticiclonici a cavallo tra Europa occidentale e oceano Atlantico espongono i versanti adriatici al tempo più perturbato. Solo dopo una prolungata azione di erosione dell'anticiclone sul suo fianco orientale, l'aria fredda potrà spingersi così tanto verso ovest da riuscire a determinare un coinvolgimento anche delle regioni tirreniche.

Questa evoluzione richiede diversi giorni di tempo. Sarà abbastanza probabile, segnatamente all'impulso freddo previsto verso la fine della prima decade, assistere ad un coinvolgimento maggiore dei settori adriatici a scapito dei tirrenici.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.13: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Firenze Scandicci (Km. 3) e Alla..…

h 16.12: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

incidente

Ripristino incidente nel tratto compreso tra Svincolo Montopoli In Val D'arno (Km. 44) e Svincolo P..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum