Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il SUD tra abbondanza di neve e carenza di skilift

Una panoramica sul Meridione d'Italia, sulle sue montagne e sulle sue invernate, ma soprattutto su come il turismo invernale non sia affatto incentivato in una zona in cui potrebbe essere sfruttato molto meglio.

In primo piano - 11 Marzo 2005, ore 11.51

Durante l'inverno appena trascorso abbiamo avuto la tangibile dimostrazione di come il nostro Meridione abbia tutte le potenzialità per poter ricevere un carico di freddo e di neve degno del miglior inverno alpino. La posizione geografica, la morfologia del territorio e le variabili climatiche che entrano in gioco in questa fetta d'Italia garantiscono parentesi fredde più o meno durature e generose di precipitazioni nevose, anche a bassa quota. Merito delle avvezioni fredde da nord e da est che, catturate da ciclogenesi mediterranee o esaltate dallo stau appenninico, favoriscono invernate da fiaba dal Subappennino Dauno all'Aspromonte passando per Sila, Pollino, Cilento, Matese e Sirino. E la Sicilia non è da meno, complice anche il contributo dell'Etna. Tutto questo lascerebbe pensare che al Sud lo sci, e in generale tutti gli sport invernali, possano contare su di un discreto numero di strutture turistico-ricettive di livello medio-alto. La verità purtroppo ci racconta tutt'altro. Fatta la dovuta eccezione per poche oasi, infatti, la presenza di una stazione invernale degna di tal nome è la vera cosa che manca dal Molise in giù. La tanta neve che cade durante la stagione invernale viene sfruttata pochissimo, sia per la mancanza di strutture sportive, sia per il basso livello dell'offerta in genere. Se si eccettuano Campitello Matese (in provincia di Campobasso) e Camigliatello Silano (in provincia di Cosenza), si può concludere, generalizzando, che al Sud non esiste un impianto turistico di fama interregionale, degno di soddisfare le esigenze dello sciatore-amatore medio italiano, con conseguente grave danno per l'economia e l'immagine del luogo. In raltà, come abbiamo visto, i luoghi per dar sfogo a questo tipo di attività ci sarebbero pure, ma vengono sfruttati poco e male. Al Sud è facile che tra due stazioni sciistiche vicine corrano più di duecento chilometri: in questo modo allo sciatore rimane ben poca scelta e oltretutto la concorrenza viene di fatto limitata. Mancano oltretutto le alternative: non si arriva nemmeno alla media di mezza stazione sciistica per provincia, e non in pochi rimangono tagliati fuori dal turismo mordi e fuggi del week-end, proprio per limiti geografici. Di fatto, la natura, l'ambiente e la montagna delle località sud-appenniniche, sicuramente affascinanti, non vengono adeguatamente sponsorizzati dal turismo, lasciato molto in balìa di se stesso e poco incentivato da investimenti che forse dovrebbero puntare proprio sullo sci per far riscoprire questa grossa fetta di Stivale agli italiani (e non solo a loro). Poter disporre di luoghi incantati, suggestivi e praticamente ancora inesplorati dal turismo (basti pensare alla Sila, al Cilento o al Pollino, per non parlare delle Madonìe), innevatissimi durante la stagione invernale, e vederli così poco sfruttati, ci sembra francamente un peccato. Anche perché tanti sarebbero i posti di lavoro e le occupazioni - magari temporanee - che potrebbero venirsi a creare, generando di fatto una crescita dell'economia della zona. Non capita raramente che in Calabria ci sia più neve che in Val d'Aosta; eppure, le stazioni sciistiche della prima si contano sulla punta delle dita di una sola mano, mentre quelle della seconda - assai più piccola geograficamente parlando - sono sei volte tanto, e di dimensioni inconfrontabili. Come mai? Ci piace rispondere e concludere con una provocazione: è vero che d'inverno al Sud lo scirocco fa danni, ma è vero pure che i danni maggiori sono quelli di chi non osa sfidarlo...

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.13: Roma Via di Torrenova

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Via di Tor Bella Monaca e Via Pr..…

h 09.11: A51 Via Raffaele Rubattino incrocio Tangenziale Est Di Milano

coda

Code causa mancato assorbimento viabilità ordinaria a Svincolo Paullo: SS415 Paullese-SS10 Padana..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum