Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il sole splende meno che in passato

Responsabile è l'inquinamento atmosferico che devia una parte della radiazione in arrivo sulla superficie terrestre.

In primo piano - 8 Giugno 2004, ore 09.09

L'anticiclone delle Azzorre ormai insediato sul trono del Mediterraneo riporta prepotentemente alla ribalta la voglia di sole e di mare. Una dose massiccia d'estate che milioni d'italiani vogliono concedersi dopo le ultime sfuriate temporalesche. A quanto emerge da recenti indagini scientifiche però, il nostro sole risulta meno brillante che in passato. Stavolta non c'entrano le macchie solari o il suo stato di salute: tanto per cambiare, la colpa sembra ricadere sulle attività umane. Se ne è occupato il prestigioso New York Times, pubblicando in prima pagina uno studio dell'università californiana di San Diego nel quale si sottolinea come i gas inquinanti dispersi nell'atmosfera respingano in parte i raggi luminosi. Quanto splendore in meno riceviamo? In base alla ricerca, la diminuzione si attesta sul 12% rispetto a 40 anni fa. Nelle regioni più industrializzate come USA, Europa e Asia orientale, il calo è di qualche punto percentuale in più: gli occhiali da sole sembrerebbero superati ad Hong Kong che ha subito un picco del 38% in 50 anni! Il nostro Paese è perfettamente in linea con la media mondiale mentre le cose vanno leggermente meglio su Spagna, Portogallo, Norvegia, Grecia, Irlanda e Nord Africa. Come fa l'inquinamento a frenare la radiazione solare? Una parte dei fotoni, le microscopiche particelle che portano la luce, rimbalzano letteralmente sulla fuliggine e fuggono verso lo spazio esterno. Inoltre, a causa dell'inquinamento tendono a formarsi nubi più spesse e scure che in passato e questo determina un'ulteriore diminuzione. Come sono state effettuate queste misurazioni? Gli scienziati hanno raccolto i dati in numerose postazioni dotate di una sorta di "piatto nero" posto sotto una cupola di vetro. La misurazione si basa sulla temperatura superficiale del piatto, indice della quantità di luce incidente. Bisognerebbe aggiungere la parola "sole" al detto "le stagioni non sono più quelle di una volta!"...

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum