Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il sole dorme? Aumentano i raggi cosmici ma sono CANCEROGENI?

Poche macchie sul sole? Via libera ai raggi cosmici che arrivano dallo spazio profondo.

In primo piano - 10 Luglio 2018, ore 10.40

I raggi cosmici in arrivo dallo spazio esterno soprattutto durante i periodi di quiescenza del sole, avrebbero la funzione di "cerotto" del clima, poiché favorirebbero la formazione di nuvolosità sul Pianeta e attenuerebbero gli effetti del riscaldamento globale. 

Ma...Si, c'è un ma. Questi raggi potrebbero risultare cancerogeni?
Per rispondere bisogna partire da un po' più lontano.

Quando esplode una bomba atomica all'uranio viene sprigionata energia per mezzo della fissione, mentre per la bomba all'idrogeno, l'energia deriva dalla fusione. 
Gli effetti di queste esplosioni sono luminosi, cioè con un bagliore che dura circa 15 secondi), un effetto termico (un'onda termica che brucia tutto nel raggio di oltre 10km), un effetto elettromagnetico, che mette fuori uso qualsiasi apparecchio elettrico, un effetto meccanico, la classica onda d'urto e l'emissione di radiazione istantanea.

Le centrali nucleari invece non sono in alcun modo bombe atomiche, né possono esplodere in modo simile; in caso di incidente il rilascio delle sostanze radioattive nell'atmosfera e l'inquinamento di aria, acqua, terreno, possono raggiungere livelli di grave pericolo, cosi da richiedere l'evacuazione di zone anche estese. 

Gli esseri viventi sono però soggetti anche alla radioattività naturale. Oltre a quella derivante dagli isotopi radioattivi presenti in natura, esiste quella derivante dai raggi cosmici, che molti ignorano. 

La Terra infatti è bombardata da particelle di vario tipo, soprattutto protoni, provenienti dallo spazio. Poiché possiedono un'energia elevatissima, riescono ad attraversare l'atmosfera e, seppur attenuate, a raggiungere la superficie della Terra.
Proprio perché provengono dalla spazio esterno, più ci si innalza dalla superficie della Terra e più l'irraggiamento dovuto ai raggi cosmici è intenso.

Inoltre esso varia con l'altitudine: massimo a 50° di latitudine e oltre, minimo all'Equatore.
In definitiva l'irraggiamento dovuto alla radioattività naturale all'esterno del nostro corpo si può così riassumere a 45 gradi di latitudine:
-raggi cosmici 35 mrem/anno a livello del mare

-raggi cosmici 40 mrem/anno a 1600m

-All'aperto valori medi: mrem/anno 60

-Al chiuso valori medi: 50 in casa di legno, 70 in casa di cemento, 100 in casa di mattino, 80 casa mista.

Limiti di assorbimento: quali le dosi massime ammissibili per il nostro organismo?
Esse dipendono dall'età, dalla durata dell'esposizione, dalle condizioni di salute del soggetto, ma ancora la comunità scientifica non si è espressa in termini chiari sul rischio che corriamo, che resta comunque basso, se paragonato ai limiti massimi di esposizione previsti per un tecnico di una centrale nucleare molto esposto: 5 REM all'anno (non mrem)

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum