Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il sentiero del freddo

Che percorso compirà l’aria fredda? Vediamo di delinearlo attraverso le ultime informazioni a nostra disposizione

In primo piano - 6 Dicembre 2002, ore 09.32

I venti di Burian si preparano a conquistare buona parte dell’Europa centro-meridionale, grazie alla presenza di una anticiclone dinamico sulla Scandinavia. Quest’ultimo nella sua normale rotazione oraria aggancerà una massa di aria gelida che stazionava da diverse settimane sulla Siberia e le permetterà di “colare” al di qua degli Urali, generando sulla Nuova Zemlja una figura termica di alta pressione che servirà di supporto a quella dinamica già presente nelle vicinanze. Una volta arrivata sulla Russia settentrionale, la massa fredda continuerà a seguire l’andamento dettato dalle correnti generate dall’anticiclone e quindi punterà il Mar Nero, per poi sfiorarlo e piegare verso W-SW scivolando velocemente sui Balcani. A questo punto, nella giornata di domenica, ci sarà una sorta di sdoppiamento del flusso: una parte ci interesserà più direttamente confluendo all’interno della depressione Cujo ancora presente sul meridione italiano, un’altra invaderà da E-SE buona parte dell’Europa centrale fino a raggiungere Parigi e Londra, inglobandole in un gelo piuttosto intenso. Entrando nei particolari degli effetti sulle temperature per quanto riguarda l’Italia, il primo intenso calo termico comincerà nella notte fra domenica e lunedì, quando il Burian si incuneerà dalla Porta della Bora verso l’alto Adriatico e le Marche. Nella giornata di lunedì il vento soffierà piuttosto intensamente su tutte le regioni centro-settentrionali e le temperature massime ne risentiranno con un calo che andrà dai 3-5°C delle regioni tirreniche ai 4-7°C di quelle adriatiche. Nella nottata successiva il Burian raggiungerà la sua intensità massima, in quanto l’aria fredda porterà ad un aumento di pressione, mentre Cujo continuerà a rimanere nella sua posizione ancora per diverse ore; di conseguenza farà freddo un po’ su tutto il centro-nord, soprattutto in Pianura Padana e sul medio Adriatico dove ci potrebbe essere anche qualche nube, mentre sul Tirreno il cielo diverrà rapidamente stellato e limpido. Fra martedì e mercoledì mattina ci sarà un ulteriore calo di 1-3°C sia nei valori minimi che in quelli massimi, pertanto una volta che si saranno attenuate le correnti (non prima di giovedì) si vedranno le prime intense gelate in Pianura Padana e nelle valli alpine ed appenniniche. Non possiamo comunque essere più precisi sull’evoluzione futura dal punto di vista termico, in quanto la situazione è molto dinamica e difficile da comprendere nei minimi particolari; comunque vi terremo continuamente aggiornati su eventuali novità attraverso i prossimi articoli.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.47: A56 Tangenziale Di Napoli

fog

Nebbia nel tratto compreso tra Strada Statale Domitiana e Barriera Napoli Ovest (Km. 5,5) in entr..…

h 02.16: A13 Bologna-Padova

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ferrara Nord (Km. 41,9) e Occhiobello (Km. 49,1) in direzione P..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum