Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il ritorno del Vortice Polare

Nel momento di massima espressione della stagione estiva sul Mediterraneo, lassù oltre il circolo polare artico si gettano le fondamenta della stagione fredda; risorge infatti il Vortice Polare, il protagonista indiscusso degli inverni europei.

In primo piano - 28 Luglio 2009, ore 09.52

Fa sensazione parlare di freddo e di inverno quando il sole, e non solo, riarde le nostre colline appena mietute e l’afa ammorba le nostre pianure; i ghiacciai si stringono nell’ombra delle guglie più inaccessibili e il mare esprime tutto il suo abbraccio più caldo. Da oltre un mese però il sole stesso ha cominciato a ritirarsi dalle sconfinate piattaforme di ghiaccio che circondano il Polo Nord; è iniziato il suo lento declino sull’orizzonte che lo porterà, in capo a due mesi, ad abbandonare definitivamente le terre circum-polari. Il freddo è già diventato l’argomento di discussione preferenziale in molte zone che si affacciano sull’Oceano Artico e, nonostante una certa inerzia del ghiaccio a sciogliersi ancora per qualche settimana, tutti i protagonisti della stagione invernale stanno risorgendo dalle loro ceneri. Anche il Vortice Polare, protagonista indiscusso dei nostri inverni, come vampiro del bel tempo e dei cieli sereni, attende fremente la dipartita del sole, cullato com’è in questi giorni della sua tenera infanzia, dalle acque gelide del Mar Glaciale Artico. Le isobare al suolo, delle depressione ad esso associate, non sono ancora degne del suo nome, dal momento che sfondano appena la soglia dei 995 mb; gli stessi geopotenziali in quota mostrano valori da goccia fredda, piuttosto che da lago gelido; eppure come tutti i “bambini” avrà tutto il tempo per crescere, per diventare grande e maturo. Già nutrito dal freddo che il sole si lascia alle spalle, dapprima in quota, poi via via verso gli strati più bassi, imparerà a gestire il complesso gioco atmosferico dell’emisfero nord, molto più complesso ed articolato di quello antartico; fino a quando detterà legge sui nostri mari, con le sue spire avvolgenti e coinvolgenti, fatte di depressioni e freddo, perturbazioni e vento, nubi e piogge. Attendiamo quindi fiduciosi il suo ritorno, osservandolo mentre cresce, perché seppure in tenera età è già capace di gestire il freddo, e alla scuola del Polo seguirà presto il lavoro delle medie latitudini. Intanto nel nord-est della Siberia, sulle coste del Mar Glaciale, si sta esercitando con temperature al suolo vicine allo 0°C, nebbia congelante, molte nubi e qualche fiocco di neve.

Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum