Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il punto sul dopo Ferragosto: instabilità ad intermittenza tra una pausa e l'altra di sole

Gli eventi che si consumeranno nel periodo di Ferragosto sul Mediterraneo, regaleranno ad alcune delle nostre regioni, la prima SERIA battuta d'arresto stagionale. In seguito l'estate tornerà comunque a manifestarsi ma senza più avere la "rabbiosità" delle scorse settimane. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 10 Agosto 2015, ore 11.45

Giungono ormai continue conferme in merito ad un graduale quanto inaspettato declino stagionale che andrà manifestandosi sul Mediterraneo nelle prossime giornate. Il punto di partenza di  questa situazione, è rappresentato proprio dall'insidiosa goccia d'aria fredda che in queste ore, "rompe" l'assedio della calura sui settori centrali ed occidentali del Mediterraneo, portando con sè instabilità e colpi di vento. Un secondo più intenso passaggio instabile interesserebbe le regioni centrali e settentrionali italiane nel periodo di Ferragosto, portando la prima seria "baccata" ad un'estate sino a questo momento, sopra le righe

Il periodo successivo sembrerebbe propendere verso una nuova distensione anticiclonica che in questo frangente veicolerebbe sul Mediterraneo masse d'aria meno roventi di origine oceanica. Sembrerebbe affievolirsi il contributo caldo africano che ha scandito il tempo atmosferico di queste settimane, sostituito dall'intervento dell'anticiclone delle Azzorre. La fervente attività depressionaria di origine oceanica non troverebbe più dinanzi a sè un muro invalicabile ma potrebbe a più riprese influenzare il  tempo delle regioni settentrionali che più di ogni altro settore incorrerebbe nel rischio d'avere qualche episodio più organizzato di instabilità.

Andrebbero insomma concretizzandosi gli effetti di una circolazione atmosferica che vedrebbe forse per la prima volta in questa estate, un'equa alternanza tra le onde stabilizzanti portate dall'alta pressione delle Azzorre e gli impulsi instabili veicolanti aria più fresca e temporali, mancando un contributo netto dell'onda stabilizzante di origine subtropicale africana. 

Le temperature andrebbero pertanto attestandosi in linea col periodo stagionale, presentando picchi di calura normamente concentrati sui settori di basso Mediterraneo e quindi in grado di coivolgere le sole regioni meridionali dello Stivale. Ovviamente questo non significa che il caldo sia impossibilitato a ripresentarsi sulle regioni del nord, anzi tornerà sicuramente a visitare anche questi settori ma i picchi di calura raggiunti le scorse settimane non dovrebbero più presentarsi. Il caldo ritornerebbe in forma più attenuata e se vogliamo, anche più gradevole sia per le persone che resteranno in città, sia per turisti e bagnanti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum