Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il punto meteo di Grosso: cosa succederà a fine anno? E sino all'Epifania?

Proviamo a capire cosa accadrà veramente...

In primo piano - 24 Dicembre 2015, ore 09.50

Occorrerebbe davvero un "terremoto" barico di quelli tosti per rivoluzionare il quadro barico sull'Europa. L'irruzione fredda sull'est europeo per la verità avrebbe tutte le carte in regola per raggiungerci e stoppare almeno per un po' l'irruenza delle correnti atlantiche, ma non in una stagione così in cui il vortice polare corre all'impazzata e il Nino spinge verso nord la cintura degli anticicloni subtropicali.

Così il cambiamento diventa difficile: ci auguravamo che potesse cambiare qualcosa durante la prima decade del gennaio con almeno una saccatura pronta ad affondare nel Mediterraneo, rimuovendo l'aria stagnante e favorendo qualche precipitazione, invece tutto sembra diventare complicato.

Al momento gli indici descrittivi AO e NAO prevedono ancora un'attività del vortice polare sostanzialmente favorevole a mantenere lo status quo; è vero ci saranno alti e bassi ma solo a livello generale, mentre in sede europea il mantenimento del'indice NAO su valori positivi segnala che sull'Islanda le depressioni risulteranno ancora molto profonde e che in Atlantico l'anticiclone delle Azzorre si mostrerà ancora molto decisamente attivo segnalando poche ondulazioni nelle correnti in arrivo da ovest.

In soldoni potrebbe cambiare poco o nulla almeno sino alla metà di gennaio.
L'unico sussulto è al momento previsto tra San Silvestro e i primissimi giorni dell'anno con l'aria fredda pronta a riversarsi almeno marginalmente al sud e lungo il medio Adriatico, portando neve a bassa quota, vento forte, un bel ricambio d'aria e condizioni invernali, ma si tratterebbe solamente di un episodio del tutto effimero, destinato ad essere riassorbito rapidamente dalla veemenza delle correnti atlantiche.

Per il resto non si può escludere totalmente che almeno un passaggio perturbato intervenga da ovest entro l'Epifania o entro il 10 gennaio, ma le probabilità non sono purtroppo alte. Oltretutto solo da metà gennaio è previsto un calo dell'attività generale del vortice polare (vedi qui a fianco il "forecast" sino a 14 giorni), ma senza una collaborazione anche con quanto accade a ridosso dell'Islanda potrebbe non bastare.

Questo significa che il tempo potrebbe non sbloccarsi per tutto gennaio? Secondo le proiezioni del modello europeo a livello termico si, nel senso che difficilmente l'inverno tornerà sui binari della normalità, ma a livello precipitativo forse siamo ancora in tempo per riaprire l'ombrello.

RIASSUMENDO:
fine anno e Capodanno
: possibile fase fredda al sud e sul medio Adriatico, forse qualche spruzzata di neve a bassa quota. Attendibilità medio-bassa 35-40%. Altre opzioni vedono la prosecuzione del periodo anticiclonico: attendibilità medio-alta 55-60%

Dal 2 al 6 gennaio: variabilità con passaggio di fronti accompagnati da correnti NON favorevoli a precipitazioni degne di nota e alcuni momenti anticiclonici. Attendibilità medio-alta 55-60% Non escluso un passaggio perturbato più incisivo. (30%)

 


Autore : Redazione di MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.23: A25 Torano-Pescara

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A24 Roma-Teramo (Km. 72) e Bussi-Popoli (Km. 150) i..…

h 12.20: A26 Genova-Gravellona Toce

catene snow

Neve nel tratto compreso tra Masone (Km. 14) e Ovada (Km. 29,9) in entrambe le direzioni dalle 1..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum