Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

IL PUNTO DI BONINO

Vediamo insieme la linea di tendenza del tempo per la prossima settimana.

In primo piano - 10 Maggio 2003, ore 10.44

Dopo essere stati interessati per parecchi giorni da correnti nord africane che hanno determinato la prima ondata di caldo della stagione e una nuvolosità in prevalenza medio-alta su molte nostre regioni, adesso a prendere il comando delle operazioni saranno correnti più fresche provenienti dall’Atlantico, che daranno i loro maggiori effetti sull’Europa centrale e in parte sul nord Italia. L’alta pressione delle Azzorre risulterà abbastanza attiva sul vicino Atlantico, ma più che puntare in direzione del Mediterraneo tenderà ad espandersi in un primo tempo verso l’Islanda, lasciando un corridoio libero alle correnti nord atlantiche che potranno così interessare buona parte dell’Europa centrale. I sistemi perturbati che si susseguiranno non saranno particolarmente attivi e tenderanno ad interessare marginalmente anche il nostro settentrione. Sul finire della settimana sembra probabile una più convinta espansione dell’alta pressione atlantica in direzione della Francia e a seguire anche dell’Europa centrale. L’Italia sembra rimanere esclusa da questo “abbraccio stabilizzante” e dovrà fare i conti con depressioni mediterranee in formazione, con generali condizioni di instabilità. Per le giornate di lunedì 12 e martedì 13 maggio, il tempo risulterà nel complesso buono al sud e sulle due Isole maggiori, con le temperature che tenderanno ad aumentare, anche se non raggiungeranno i picchi della settimana scorsa. Tempo buono o discreto anche al centro, ma con nubi soprattutto sulla dorsale appenninica nel pomeriggio alle quali saranno associati sporadici piovaschi o locali temporali. Al nord il tempo seguiterà ad essere incerto, con nubi più intense sulle Alpi e possibili rovesci e qualche temporale. Sulle pianure le schiarite saranno comunque maggiormente presenti. Per mercoledì 14 maggio una perturbazione tenderà ad interessare più direttamente il settore alpino e prealpino, con possibilità ancora di rovesci e temporali in transito da ovest verso est. Anche le zone di pianura a nord del Po potrebbero risentire di questo passaggio temporalesco. Al centro qualche addensamento sarà possibile sulla Toscana, sull’Umbria e sulle Marche con rischio di qualche temporale specie nel pomeriggio. Altrove tempo discreto con prevalenza di sole. Al sud nessun cambiamento di rilievo con sole sempre presente, magari offuscato da qualche addensamento di passaggio, ma senza precipitazioni. Giovedì 15 maggio, se si eccettuano residui annuvolamenti con qualche temporale sul nord-est e sul centro-nord Appennino il tempo dovrebbe essere buono su tutta la Penisola, con temperature in moderato aumento. Bel tempo generalizzato anche venerdì 16 maggio, salvo qualche nube in prossimità dei rilievi e una tendenza ad aumento della nuvolosità sulla Sardegna. Sabato 17 e domenica 18 maggio, invece, l’instabilità la farà da padrona, con possibilità di rovesci e qualche temporale soprattutto al nord e sul Tirreno. Nubi in aumento anche al sud, ma con fenomeni meno probabili. Temperature ovunque in calo.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum