Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

IL PUNTO DI BONINO

Ecco la possibile linea di tendenza del tempo per la prossima settimana.

In primo piano - 22 Marzo 2003, ore 09.46

La vasta struttura anticiclonica che da molti giorni interessa il settore centro-occidentale europeo, avrà modo di dire la sua ancora per buona parte della settimana prossima sul nostro Paese, anche se i modelli a mia disposizione fanno intravedere i primi segni di cedimento. Come mai abbiamo avuto a che fare con un’alta pressione così potente? Il motivo va ricercato al di la dei nostri confini e più precisamente analizzando il comportamento delle correnti che abbiamo avuto ai fianchi di questa grande isola di stabilità. Più ad occidente, la continua presenza di depressioni molto profonde, situate approssimativamente a sud-ovest dell’Islanda, hanno determinato il “ risucchio” di masse d’aria calda di origine sub-tropicale. Queste hanno letteralmente “gonfiato” il settore dinamico dell’anticiclone, che è rimasto collocato tra la Francia e l’Inghilterra per parecchio tempo. Più ad oriente, invece, depressioni fredde hanno determinato discese di aria artica da nord, responsabili delle continue ondate di maltempo che si sono abbattute sull’Europa sud-orientale. Queste correnti gelide hanno giocato anch’esse a favore dell’anticiclone, alimentandolo sul suo lato termico. In sostanza, l’alta pressione in questione ha avuto una doppia alimentazione e la struttura si è presentata praticamente invulnerabile. Nel corso di questa settimana, molto probabilmente, queste due fonti di alimentazione andranno attenuandosi e di conseguenza tutta la struttura anticiclonica diverrà più “vulnerabile” soprattutto alle quote superiori. Le correnti di aria fredda da NE agiranno ancora sul sud-est dell’Europa per la giornata di lunedì, con qualche disturbo anche per il nostro meridione. In seguito, l’ulteriore spostamento della depressione più ad oriente, determinerà un’attenuazione di queste correnti e un generale aumento delle temperature. Sul nostro Paese, almeno fino alla giornata di giovedì, gli annuvolamenti saranno scarsi e il tempo seguiterà a proporci connotati anticiclonici, con temperature in graduale aumento. Venerdì, ecco presentarsi da ovest una complessa saccatura atlantica, con annesso sistema frontale, che comincerà ad erodere il bordo occidentale dell’anticiclone. Stando ai modelli disponibili oggi, questa perturbazione sembrerebbe in grado di interessare il nord e il centro nel corso del fine settimana prossimo, portando la tanto sospirata pioggia. Naturalmente si tratta di linee di tendenza, non di previsioni, visto il divario temporale piuttosto ampio che ci separa da quella data. Nei prossimi giorni vedremo se confermare o smentire il tutto.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.02: A56 Tangenziale Di Napoli

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Strada Statale Domitiana e Secondigliano-Raccordo Capodichino (Km...…

h 05.59: SS120 Dell'etna E Delle Madonie

rallentamento snow

Traffico rallentato, nevicata nel tratto compreso tra 802 m dopo Incrocio Nicosia Ovest-SS117 Centr..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum