Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

IL PUNTO DI BONINO

L'estate 2004 come l'estate 2003? Statisticamente improbabile, ma non impossibile...

In primo piano - 24 Maggio 2004, ore 16.57

Il mese di maggio volge ormai al termine e il nostro pensiero va all'estate che verrà. Sarà calda? Sarà instabile e fresca? Oppure si tratterà di un'estate del tutto normale, senza troppi eccessi? Chiaramente, dopo aver sopportato il caldo soffocante dello scorso anno, la paura di nuove ondate di caldo che fanno schizzare i termometri oltre i 40° è indubbiamente tanta. Analizzando per sommi capi il mese appena trascorso, possiamo sicuramente affermare che esso è stato tutt'altro che caldo nella sua prima parte, con frequenti episodi perturbati e piogge distribuite sulla maggior parte del territorio. In alcuni casi non è mancata addirittura la neve, caduta a quote piuttosto basse per il periodo. L'alta pressione si è fatta viva nella seconda quindicina del mese, con un conseguente miglioramento delle condizioni del tempo ed un aumento delle temperature, soprattutto al nord. I massimi di pressione sono rimasti collocati a nord-ovest della nostra Penisola e ciò non ha consentito il raggiungimento di temperature record come avvenuto nel maggio dell'anno scorso. Tutto nella norma, quindi? In parte. Se analizziamo l'assetto delle figure di alta e di bassa pressione presenti a scala europea, si nota un'anomalia che, salvo brevi interruzioni, perdura ormai da diversi anni. Il flusso delle correnti atlantiche, che garantiva il transito dei sistemi perturbati sull'Europa occidentale e sull'Italia a cadenze più o meno regolari, in questi ultimi anni ha subìto un notevole rallentamento. In poche parole la variabilità classica delle medie latitudini è venuta in parte a mancare a scapito di lunghi periodi caratterizzati dallo stesso tipo di tempo. Al giorno d'oggi è quasi impossibile che una perturbazione atlantica riesca a raggiungere l'Italia senza venire bloccata o deviata da un'alta pressione. Una decina di anni fa, invece, quasi tutti i peggioramenti che colpivano l'Italia erano di matrice atlantica, con i fronti che riuscivano a raggiungerci "in scioltezza". La debolezza delle correnti atlantiche, inoltre, ha come risvolto evidente la maggiore presenza di anticicloni di blocco, che possono stazionare per giorni e giorni sulle medesime aree, con tutte le conseguenze del caso. Due anni fa è toccato alla Scandinavia, l'anno scorso è toccato a noi, quest'anno è statisticamente difficile che tocchi di nuovo a noi, ma la possibilità tuttavia rimane. La circolazione atmosferica, ora, si svolge non più lungo i paralleli, ma lungo i meridiani. Tutte le depressioni che ci hanno interessato nei mesi scorsi sono state il risultato di contrasti tra le acque più calde del Mare Nostrum e le correnti fredde in discesa dal "solito" anticiclone di blocco, disteso dal vicino Atlantico alle Isole Britanniche. Maggiori depressioni sul Mediterraneo significano maggiori occasioni di pioggia per il centro e per il sud, mentre il nord ( segnatamente il nord-ovest) rimane spesso "riparato" dalla catena alpina, con fenomeni meno frequenti. Nel corso dei prossimi giorni cosa dobbiamo aspettarci? Il grande caldo quasi sicuramente non arriverà, almeno fino alla giornata di domenica prossima. A seguire ci sarà da valutare le mosse di una depressione sull'Europa occidentale. Al momento sembra che essa sia in grado di provocare un peggioramento su tutto il nord ed un aumento delle temperature al sud per l'inizio del mese di giugno.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum