Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il punto: cosa sta succedendo?

Considerazioni sulla base degli ultimi dati.

In primo piano - 27 Maggio 2014, ore 09.32

Il sole attraversa una fase di stanca con l'emisfero nord rimasto per giorni senza macchie e solo una modesta attività registrata anche nell'emisfero sud. Se dovesse continuare così contrasterebbe certamente con gli effetti del potenziale Nino, dato in affermazione nelle acque del Pacifico già nel corso dell'estate.

Dopo un inverno mite, nel Mediterraneo non c'è stata la temuta primavera rovente, anche se le temperature si sono mantenute in gran parte sopra la media.

Maggio invece è riuscito a stupire: il mese probabilmente finirà complessivamente in media dopo gli sbalzi termici che hanno caratterizzato le varie decadi, in particolare al centro-sud, mentre c'è da notare come il nord non abbia praticamente sperimentato mai una giornata di chiaro stampo estivo, magari tardo primaverile si, ma non prettamente estiva.

Rispetto a certi mesi di maggio del passato già votati all'estate piena, certamente questo è un dato rilevante, così come possiamo considerare un po' capricciosetta in generale anche questa primavera 2014, dopo quella del 2013, peraltro molto più compromessa e piovosa di questa.

I dati ufficiali arriveranno nei prossimi giorni e certamente li rilanceremo, ma adesso tutti si chiedono quando scoppierà davvero l'estate: perchè ancora non c'è stato un vero ruggito caldo?
Intanto in maggio è molto raro che riescano a scaldarsi anche le zone costiere, quanto all'interno, in assenza di moti di subsidenza, cioè di un campo di alta pressione ben affermato o di un'avvezione di aria calda dal nord Africa in grado di persistere per giorni, difficilmente si potrà riscontrare un'esplosione della stagione estiva.

Senza questi due elementi i momenti soleggiati da soli non sono in grado di portarci un grande calore, se poi arrivano annuvolamenti e qualche temporale, l'estate non decollerà; è per questo che diciamo sempre a tutti: è la massa d'aria calda che arriva e/o l'azione di compressione e avvitamento dell'aria verso il basso che provoca il caldo estivo, altrimenti il Mediterraneo potrebbe trascorrere anche un'estate con caldo solo relativo.

C'è anche da considerare una linea di convergenza intetropicale che stenta a salire verso nord. Dunque la cintura degli anticicloni subtropicali, o viene stimolata a salire verso nord da qualche affondo depressionario sull'ovest del Continente, oppure resta lì.

Al momento sino ai primi di giugno continueremo a sperimentare un tempo variabile di stampo primaverile, ma qualcuno già sospetta che per vivere la vera estate si dovrà attendere i tempi del calendario astronomico.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum