Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il primato del caldo? Se lo contenderanno Trentino Alto Adige, Lombardia e Toscana

Tutte le ultimissime notizie sul gran caldo dei prossimi giorni.

In primo piano - 24 Maggio 2005, ore 14.36

Arriva il grande caldo, quello che lascia il segno. Magari non durerà molto ma nel fine settimana picchierà duro. Quale sarà la regione dove si registeranno le temperature più alte? In altre parole, dove si soffrirà di più? Le regioni settentrionali saranno raggiunte in pieno dalla bolla di aria calda di origine nord-africana. Il caldo, con queste particolari configurazioni, si manifesta con grande intensità anche alle quote superiori, portando lo zero termico a quote anche vicine ai 4000m. Dunque i fondovalli alpini risentono di riscaldamento notevoli, specie in presenza di conche. Avremo così picchi di circa 33°C (forse 34) a Bolzano e ad Aosta, vicini a tale valore anche Trento e forse Belluno, anche sulle pianure del nord farà caldo con punte di 33°C nel corso del fine settimana. Stimati "solo" 32°C a Bologna tra sabato e domenica. Liguria probabilmente graziata dalla brezza di mare e dalla formazione di un minimo barico di natura termica in Valpadana. Caldo anche in Sardegna, raggiunta anch'essa dalla lingua calda in quota con valori anche superiori ai 30°C. Prossima ai valori del nord la Toscana interna, così come l'Umbria, rispettivamente a Firenze e Perugia. Farà caldo anche nelle Marche e nel Lazio, inferiori i valori che dovrebbero registrarsi sulle altre regioni. La prevalenza di correnti settentrionali al meridione non dovrebbe favorire particolari impennate del termometro con punte non superiori ai 30°C. Il tasso di umidità sarà basso: ciò renderà più sopportabile il caldo ma farà soffrire non poco la vegetazione. Solo da lunedì correnti più umide cominceranno a farsi notare sull'arco alpino, primo segnale di un certo cedimento della bolla di aria calda, dove ricordiamo l'aria si avvita, si comprime e si riscalda, scendendo dall'alto verso il basso, si tratta in gergo tecnico della classica subsidenza.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum