Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il nostro concetto sbagliato di BOSCO

Riflessioni sull'ecosistema alpino.

In primo piano - 2 Ottobre 2006, ore 10.15

Mentalmente l'uomo si fa un'immagine del bosco che non corrisponde alla realtà naturale poichè la natura, non essendo statica, non può essere preordinata. In tutto ciò vi è il desiderio di adoperarsi per poter raggiungere quanto prima gli "obiettivi naturali". Per "natura selvaggia" l'europeo medio un tempo intendeva una natura ostile e minacciosa; oggi dall'intero territorio dell'Europa centrale la natura selvaggia è stata eliminata a tal punto che osserviamo un sempre maggior numero di persone che visita i parchi nazionali istituiti. In Germania vi sono 12 parchi nazionali apprezzatissimi, frequentati da un numero sempre maggiore di amanti della natura. Nell'America del Nord si attribuisce invece grandissima importanza alla natura selvaggia e incontaminata, governata dalle forze della natura. Nel 1964 fu varata una legge per salvaguardare il patrimonio naturale e quasi 40 milioni di ettari di territorio sono tutelati. In Europa, soprattutto tra gli abitanti delle città, aumenta il numero delle persone che desiderano conoscere e vivere la natura selvaggia, che considerano un bene da tutelare e che approfittano del tempo libero per avere un contatto diretto con essa. Per avere la possibilità di conoscere la natura selvaggia in una foresta allo stato brado, anzichè inoltrarsi in un bosco ordinato e ripulito, bisogna istituire aree protette rinunciando allo sfruttamento delle risorse su vaste zone territoriali. Se un territorio viene lasciato alla vegetazione spontanea si ottiene una salvaguardia del suolo, dell'aria, del patrimonio idrico di quel territorio, compresi tutti gli esseri viventi. Tra le persone maggiormente impegnate nel salvaguardare l'ambiente, sono nate però alcune controversie: mentre sul piano teorico si ammette che è preferibile lasciare che la natura faccia il suo corso, in pratica non si vuol rinunciare "ad aiutarla" rendendola più "naturale". Le condizioni ambientali mutano nei modi e nei tempi; pertanto non si possono creare artificialmente condizioni "più naturali" in un ecosistema che ha cicli vitali, come quelli degli alberi, molto lunghi. Tali condizioni create artificialmente non avrebbero un futuro. L'uomo che da sempre ha lavorato la terra per renderla fertile e produttiva non riesce ad accettare i tempi reali della natura. Se da una parte le aree protette attraggono in modo evidente i turisti e gli appassionati della natura, per cui rappresentano una fonte di ricchezza economica, dall'altra, come si è avuto modo di sperimentare nel Parco nazionale della Foresta bavarese, la crescita selvaggia ma controllata procura un risparmio in denaro perchè le piante abbattute dal vento e lasciate marcire incrementano lo sviluppo di una specie boschiva più sana e forte rispetto a quella che si avrebbe ripopolando e ripulendo la zona. Le foreste naturali hanno una funzione protettiva in quanto le piante che si schiantano a terra perchè abbattute dal vento o per cedimento naturale, costituiscono una difesa dagli smottamenti del terreno e dalle valanghe oltre ad essere un deterrente per gli ungulati che, preferendo le radure alla vegetazione fitta, non arrecano danni alle piante sane. Riordinare i boschi sgombrandoli dalle piante morte non migliora la funzione protettiva in quanto le piante abbattute dal vento sono parte del ciclo di sviluppo che appartiene alla natura. Il "Wilderness act" americano del 1964 sancì una serie di norme per salvaguardare il patrimonio naturale e stabilì una superficie di almeno 2000 ettari di area selvaggia naturale. Nell'Europa centrale vi sono parecchie zone adatte ad istituire aree protette anche su piccole porzioni di territorio così da creare habitat naturali e salvaguardare molte forme di vita.

Autore : Report Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.14: A14 Bologna-Ancona

incidente

Ripristino incidente causa incidente nel tratto compreso tra Pesaro-Urbino (Km. 155,9) e Cattolica..…

h 04.07: A1 Roma-Napoli

incidente

Ripristino incidente nel tratto compreso tra Capua (Km. 719,8) e Santa Maria Capua Vetere in dire..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum