Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il motivo del peggioramento di mercoledì e giovedì

Sarà dovuto all'arrivo di aria fredda dalla Scandinavia sulla Francia.

In primo piano - 9 Marzo 2004, ore 10.36

Le continue spinte verso nord e nord-est dell’anticiclone delle Azzorre hanno finalmente dato i loro frutti; fra il Mare del Nord e la Svezia si è infatti isolata una grossa cellula dinamica di alta pressione, che probabilmente rimarrà sul posto per almeno 3-4 giorni; l’anticiclone scandinavo, che spesso ha determinato l’evoluzione del tempo fra l’estate 2002 e la primavera 2003, ha adesso un compito ben preciso, quello di portare i primi “respiri miti" lungo il suo bordo occidentale dai Tropici in direzione dell'artico norvegese, passando dall’Atlantico settentrionale, per tentare di dare una prima severa sconfitta al Generale Inverno. Sul suo fianco meridionale però la vasta cellula di alta pressione non può che sospingere venti da est, ossia dalla Lapponia, la Carelia e la Russia settentrionale, in direzione di Germania, Francia e Golfo di Biscaglia; ma fino ad adesso l’aria sulla Scandinavia e la Russia è stata sempre molto fredda, sia al suolo che in quota, pertanto questo flusso di venti da est non può che coincidere con una irruzione fredda. Che caratteristiche ha la discesa di aria artica in corso? E’ ben sviluppata a tutte le quote, soprattutto fra i 2 ed i 6 km di altezza, dove si sta generando una goccia fredda, in rapido movimento dalla Germania verso la Francia orientale e le Alpi; questa manovra provocherà entro 24 ore una rotazione delle correnti in quota da ovest sull’Italia, in contemporanea con il fisiologico abbassamento delle temperature alle alte quote, a causa della vicinanza delle goccia fredda alle nostre regioni. Aumenterà quindi l’umidità, e l’aria si farà sempre più instabile; già nella prima mattinata di domani i primi segni di un deciso cambiamento si dovrebbero notare sul Golfo Ligure, a causa dell’aumento di nubi come i cumuli; ma fra il pomeriggio e la serata una vera e propria perturbazione di originerà fra le Baleari e la Sardegna, entrando in interazione con l’aria fredda in arrivo da nord. Ecco che allora il tempo diverrà gradualmente sempre più instabile su tutte le regioni tirreniche e la Sardegna, con i primi acquazzoni entro sera sulle coste; al nord invece sin dalla tarda mattinata il cielo tenderà a coprirsi gradualmente. Giovedì la perturbazione, in piena attività, attraverserà tutta l’Italia da ovest ad est, mantenendo piuttosto basse le temperature al centro-nord, e portando nuove nevicate su alcune regioni. Per i dettagli della previsione comunque vi rimandiamo ai prossimi articoli.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.46: A24 Tratto Urbano

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Portonaccio - Galla Placidia (Km...…

h 14.44: A4 Milano-Brescia

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Sesto San Giovanni-Vial..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum