Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il meteo punto: l'evoluzione più probabile sino ai primi di dicembre...

Corrente a getto troppo forte, segnale di un vortice polare che tenderà a ricompattarsi: le conseguenze saranno spesso anticicloniche per noi, poi si passerà alla variabilità.

In primo piano - 16 Novembre 2017, ore 09.11

L'anticiclone non sarà di quelli potenti, ma la sua forza risulterà sufficiente a tenere alla larga le grandi perturbazioni atlantiche.

A determinare la nuova fase relativamente stabile ci penserà un ricompattamento del vortice polare, che alle latitudini del centro Europa si traduce con un aumento della velocità del vortice polare, quel fiume d'aria che corre 10km al di sopra delle nostre teste e che rappresenta il vero regista del clima europeo.

In pratica la prossima settimana tutte le depressioni e le perturbazioni ad esso collegate si muoveranno alle alte latitudini senza inserirsi in maniera decisa più a sud, proprio a causa delle scarse ondulazioni previste nella corrente occidentale, che risulterà molto tesa.

Ne deriverà un tempo spesso nebbioso sulle pianure, velato sulle Alpi, parzialmente nuvoloso lungo le coste e nel complesso mite.

Solo verso la fine del mese è previsto un certo indebolimento dell'anticiclone, una lieve ondulazione delle correnti in arrivo da ovest, che si traduce in una frenata del getto, con condizioni di maggiore variabilità, ma senza un vero peggioramento.

Per i primi di dicembre la frenata potrebbe risultare più netta con una maggiore tendenza delle correnti atlantiche a sfondare nel Mediterraneo ma ancora con una componente nord occidentale e sempre con la spada di Damocle dell'alta pressione più ad ovest pronta a chiudere i varchi.

Per il momento le ipotesi artiche, che pur il modello americano nella sua emissione ufficiale si sforza di proporre, non stanno trovando alcuna conferma nelle analisi parallele ed incrociate con il modello stesso e con quelle di altri modelli. Dunque risultano ben poco probabili.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum