Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il maltempo infuria ma perchè in questo periodo sono così frequenti gli episodi alluvionali?

Una forte perturbazione ha coinvolto tra la mattinata ed il pomeriggio di ieri, le regioni settentrionali, su alcuni settori è stata ancora una volta sfiorata l'alluvione. Vediamo su quali basi poggiano radici questi fenomeni,

In primo piano - 4 Novembre 2019, ore 16.30

Sono state ore concitate quelle vissute ieri su alcune regioni dell'Italia settentrionale; una potente perturbazione ha interessato il nostro Paese, dando i suoi massimi effetti proprio sulle regioni del nord Italia, dove si sono verificate forti precipitazioni che hanno interessato soprattutto la Toscana e la Liguria. Su quest'ultima regione si sono registrate le situazioni di maggiore criticità. La porzione di territorio compresa tra Rapallo e Deiva Marina, è stata colpita da nubifragi e temporali, con accumuli di pioggia superiori ai 200mm. Nella prima fase, il maltempo ha colpito soprattutto il Tigullio. Nel tardo pomeriggio le precipitazioni più importanti si sono concentrate sullo spezzino, con l'esondazione del fiume Vara. Da segnalare anche la NEVE caduta sulle Alpi, con accumuli anche abbondanti sopra la quota dei 2000 metri.

Durante il periodo autunnale, i fenomeni piovosi abbondanti sono particolarmente frequenti poiché il nostro Mar Mediterraneo presenta ancora una temperatura elevata. I frequenti temporali accompagnati da grandi precipitazioni, poggiano inoltre radici del contrasto ancora molto netto tra le prime masse di aria fredda che sopraggiungono dalle latitudini settentrionali, con quelle ancora calde subtropicali che spesso si ritrovano a vagare sul Mediterraneo sino all'autunno inoltrato.

Tutto questo calore, viene tramandato dalle stagioni estive che, specialmente negli ultimi 20 anni, sono risultate particolarmente prolungate nel tempo ed anche molto calde. Queste stagioni contribuiscono a creare un profilo termodinamico più favorevole allo sviluppo di fenomeni proprio durante il periodo autunnale. Si tratta quindi di una situazione caratteristica del periodo intermedio che separa l'estate dall'inverno. Le piogge forti d'autunno sono una caratteristica intrinseca del nostro clima, sono sfumature che hanno sempre fatto parte del clima del Mediterraneo anche negli autunni del lontano passato.

Casomai quello che stiamo sperimentando in questi ultimi anni, è un incremento del cosiddetto "rain-rate", cioè nella forza delle precipitazioni che con tutta probabilità, poggia radici proprio nella aumentata quantità il calore disponibile nell'atmosfera durante l'autunno. La ricetta del tempo atmosferico per gli autunni del futuro, qualora la temperatura dovesse continuare ad aumentare, potrebbe vedere un minor numero di perturbazioni sul Mediterraneo, ma probabilmente accompagnate da precipitazioni più intense.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum