Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il maltempo in arrivo nel week-end: tutti i dettagli

A lungo studiato e seguito dai meteorologi, il guasto atteso per il week-end 22-23 marzo sembra trovare conferma nelle emissioni modellistiche odierne, con un'attendibilità che sfiora ormai il 75%.

In primo piano - 17 Marzo 2014, ore 09.49

L'illusione di una apotesi primaverile in grado di reggere per lungo tempo svanire sul finire della settimana. L'anticiclone infatti tenderà sempre più ad indebolirsi, consegnandoci giornate votate dapprima alla variabilità, poi al maltempo a partire dal settentrione e dal week-end.

Una saccatura infatti farà il suo ingresso in modo sempre più deciso sul bacino centrale del Mediterraneo entro domenica, ma già a partire venerdì farà sentire i suoi effetti richiamando aria umida sul settentrione e lungo le regioni tirreniche e favorendo anche lo sviluppo di qualche isolata cella temporalesca lungo il medio Adriatico grazie all'infiltrazione di aria più fresca in quota.

In pratica la giornata di venerdì al nord e al centro risulterà caratterizzata da una nuvolaglia sparsa, irregolare, foriera qua e là di piovaschi o brevi acquazzoni, più probabili al nord e sulla Toscana.

Si tratterà però solo di un assaggio del maltempo che ci attende tra sabato e lunedì. Sabato pioverà soprattutto a ridosso dei rilievi del nord, sulla Liguria e le zone interne dell'alta Toscana, mentre si rinnoveranno ancora condizioni di instabilità qua e là lungo la dorsale appenninica del centro. La quota neve sulle Alpi si attesterà attorno ai 1500m sul settore valdostano e piemontese, un pò più su a 1800m circa lungo i rimanenti settori.

Domenica entrerà il ramo ascendente della corrente a getto sul settentrione e il maltempo tenderà ad inasprirsi al nord, specie lungo le Alpi, dove non mancheranno piogge battenti, specie sull'alta pianura e la fascia prealpina, con limite della neve che si attesterà tra i 1400 ed i 1700m, ma potrà scendere anche molto più in basso nelle vallate più settentrionali e strette.

Piogge e temporali colpiranno anche la Toscana, l'Umbria e nel corso del pomeriggio anche il Lazio, senza risparmiare a tratti anche la Sardegna. Le intense correnti di Libeccio lasceranno sottovento almeno temporaneamente il medio Adriatico, mentre al sud si avrà nuvolaglia in Campania e ancora schiarite altrove. Il tempo però entro la notte su lunedì peggiorerà anche su tutto il resto del Paese con piogge e rovesci, anche temporaleschi. Sempre nella notte su lunedì il limite della neve sull'arco alpino potrà scendere sin verso i 1000m e qualche nevicata potrà fare la sua comparsa anche in Appennino oltre i 1300m.

Le temperature caleranno gradualmente, riportandosi su valori più vicini alla media del periodo a partire dal nord. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.50: A14 Bologna-Ancona

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Bologna Fiera e Bologna Borgo Panigale..…

h 02.49: A1 Roma-Napoli

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ceprano (Km. 643,3) e Pontecorvo (Km. 658,3) in direzione Napol..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum