Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il MALTEMPO in arrivo: ecco dove pioverà di più...Raffronto mappe PIOGGIA!

Modello americano ed europeo a confronto per capire dove pioverà di più.

In primo piano - 4 Aprile 2016, ore 11.10

Il peggioramento si attiverà nel corso di giovedì in virtù di un doppio attacco perturbato: da nord giungerà un fronte freddo a ridosso delle Alpi, da sud risalirà una depressione al suolo che coinvolgerà dapprima le isole maggiori e il medio basso Tirreno, poi risalirà verso nord.

Il modello europeo evidenzia precipitazioni molto più abbondanti sul nord-ovest che sul nord-est e molti temporali marittimi vengono visti in azione a cavallo tra le isole maggiori in mare aperto.

I fenomeni si estenderebbero poi alle coste delle regioni centrali tirreniche e alla Campania. La depressione mediterranea viene vista in risalita dalla Tunisia alle regioni centrali nel corso di giovedì.


Il modello europeo per le 12 ore successive continua a vedere le precipitazioni persistere lungo i versanti tirrenici e molto meno su quelli adriatici ed orientali in genere, anche se non mancherebbero precipitazioni in parte abbondanti sul Triveneto. L'Emilia orientale e la Romagna rimarrebbero sottovento e dunque senza precipitazioni.

Da notare il picco precipitativo notevole sull'angolo nord occidentale, specie tra Biellese, Novarese, Verbano, Varesotto e Canton Ticino, così come sull'Appennino ligure.

Il modello americano vede i fenomeni più spalmati, vale a dire estesi quasi all'intero Paese ma con fenomenologia più intensa sul Triveneto, rispetto al modello europeo. 
Innanzitutto la depressione coinvolgerebbe in modo più netto la Sicilia per l'americano, 

I fenomeni poi non avrebbero difficoltà ad estendersi alle regioni adriatiche, pur raggiungendo picchi di accumulo massimo soprattutto in corrispondenza dei settori interni appenninici. 

Molta meno pioggia cadrebbe sul nord-ovest, anche se un picco sull'Ossola viene comunque evidenziato. 

Anche per il modello americano alcuni temporali colpirebbero il mare aperto sul Tirreno, mentre risulterebbero scarso o nullo il coinvolgimento del Mar Ligure.

Tra la mezzanotte e le 12 di venerdì ecco saltar fuori una mappa di accumuli piovosi totalmente diversa dal modello europeo: le piogge più abbondanti colpirebbero soprattutto Lazio, Abruzzo interno, Marche interne, Romagna, est Emilia, tutto il Veneto e l'alto Friuli, così come il Trentino, sempre coinvolto l'est Piemonte, molto meno il resto del nord.

Naturalmente c'è ancora tempo per collocare in modo più preciso i fenomeni e nonostante le divergenze evidenziate, emerge chiaramente che molte regioni vivranno una fase perturbata dopo diversi giorni caratterizzati da assenza di precipitazioni.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.04: SS77 Della Val Di Chienti

snow

Nevicata nel tratto compreso tra 1,622 km dopo Incrocio Casenove - SS319 Sellanese (Km. 15,2) e 4,5..…

h 11.00: SS3bis Bis tiberina (e45)

problema sdrucciolevole

Fondo stradale dissestato a 2 km prima di Incrocio S.Lucia (Km. 118,5) in direzione Incrocio Vite..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum