Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il maltempo dell'ultimo week-end di ottobre

Modelli a confronto.

In primo piano - 22 Ottobre 2012, ore 09.51

Sembra ormai certo che da venerdì 26 il tempo possa cambiare in maniera significativa sul bacino centrale del Mediterraneo, in virtù di un doppio intervento perturbativo: il primo da ovest, legato ad una depressione in arrivo dall'Iberia, l'altro da nord, con un contributo di aria fredda ancora tutto da valutare.

Il modello canadese ed inglese propongono una soluzione perturbata autunnale di quelle serie, con l'aria fredda che irromperà sia dal Rodano che dalla porta della Bora, recando un peggioramento anche tosto su quasi tutto il Paese, in movimento da nord verso sud, con una depressione al suolo che lascerebbe il sogno.

Ben più blando il peggioramento proposto dal modello americano, che vedrebbe invece un minor contributo dell'aria fredda e dunque una depressione meno profonda e maltempo meno marcato, soprattutto al nord e fenomeni affidati soprattutto al calore del mare, che si tradurrà nella nascita di bubboni temporaleschi.

La spinta dell'aria fredda comunque potrebbe risultare nel complesso abbastanza rilevante osservando tutti i modelli nel loro insieme, confrontandoli soprattutto con le loro corse alternative. Il raffreddamento dunque sembra molto probabile, circa la sua entità entro le prossime 48 ore si scioglieranno molti dubbi.

Interessante anche la convergenza modellistica sulla successiva fase di maltempo, quella attesa in coincidenza con il periodo del Ponte di Ognissanti, accompagnata da una pesante sciroccata e da forti precipitazioni, destinate a colpire soprattutto il nord. Il tutto a causa di un affondo più occidentale dell'aria fredda.

La risposta del Mediterraneo naturalmente sarebbe mite, ma lo scorrimento su uno strato freddo porterebbe inizialmente a nevicate molto abbondanti sul settore alpino sino alle quote medie, seguite probabilmente da un triste rialzo dello zero termico sin oltre i 2000m.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum