Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il MALTEMPO del 12-13 marzo: modelli a confronto

Confrontiamo il modello europeo ed americano in merito al peggioramento che potrebbe avvenire tra una settimana in Italia.

In primo piano - 6 Marzo 2019, ore 09.55

Le correnti atlantiche dilagano come un fiume in piena sul nostro Continente, garantendo la variabilità classica delle medie latitudini in questo periodo dell'anno. 

Per il momento si tratta di correnti miti che continueranno a scorrere sulla nostra Penisola fino al week-end. 

La settimana prossima la linea portante delle correnti assumerà una direzione nord-occidentale, ovvero dal nord Atlantico. Ciò dovrebbe favorire un tempo più freddo e maggiormente instabile sulla nostra Penisola, in seno a sistemi frontali più o meno intensi. 

Sotto osservazione il passaggio perturbato che dovrebbe avvenire a metà della settimana prossima sul nostro Paese; stante la distanza previsionale imperiva, sono presenti comprensibili differenze anche nei due modelli più performanti della rete. 

La prima mappa mostra la situazione attesa in Italia nella notte tra martedi 12 e mercoledi 13 marzo secondo il MODELLO AMERICANO. 

Secondo questo elaborato, la perturbazione riuscirebbe (anche se solo per un breve periodo) a formare una depressione sul Golfo Ligure; questa garantirebbe piogge sparse al nord e sul Tirreno, con neve sui rilievi a quote non troppo elevate. 

Il movimento abbastanza rapido della perturbazione verso levante metterebbe sotto precipitazioni anche il resto d'Italia, con la neve che si farebbe vedere anche lungo la dorsale appenninica. 

Il MODELLO EUROPEO per il medesimo lasso temporale (seconda mappa) propone invece una corsa molto insipida e deludente. 

Ondulazione appena accennata sull'Italia con il fronte che schizzerà via come una scheggia, senza avere il tempo di formare depressioni. 

Se questa tesi fosse veritiera, il passaggio sull'Italia risulterebbe modesto e veloce, con fenomeni transitori e senza nessun supporto. 

Chi avrà ragione? Osservando le medie dei rispettivi elaborati (americano ed europeo) si nota una - seppur minima - convergenza di vedute. 

L'Europeo sembra decisamente troppo orientaleggiante nella sua corsa ufficiale; è probabile quindi che con le prossime uscite faccia un passo indietro, allineandosi almeno parzialmente all'americano. 

Il modello americano invece sembra abbastanza coerente nella sua media...che risulta solo leggermente decentrata a levante rispetto all'ufficiale. 

Nei prossimi giorni vedremo quale configurazione risulterà vincente; per il momento restate sintonizzati su MeteoLive. 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum