Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il LIVE serale del modello inglese: dopo l'aria fredda, colpo di scena africano?

Le ultimissime della sera: il commento dell'emissione del modello inglese.

In primo piano - 13 Maggio 2014, ore 20.57

Si comincia come ci aspettavamo: il versante adriatico ed il meridione coinvolti più direttamente da un afflusso di aria fredda ed instabile che determinerà anche la formazione di una depressione tra basso Adriatico, Jonio, in movimento su Albania e Grecia.

Mercoledì 14 insomma vedrà una circolazione da nord piuttosto tesa sull'Italia con temperature che si porteranno al di sotto della media del periodo, mentre i rovesci coinvolgeranno prevalentemente basso Veneto, Romagna, medio Adriatico, zone interne del centro-sud e poi Molise e Puglia.

Giovedì 15 e venerdì 16 l'ulteriore afflusso di aria fredda di origine artica sull'est europeo scaverà una depressione al suolo che tenderà a retrocedere verso ovest, coinvolgendo in parte anche il nostro Paese, accentuando l'instabilità sul medio Adriatico e sul meridione e favorendo un'ulteriore intensificazione della ventilazione, con temperature ancora di qualche grado al di sotto delle medie, in particolare al sud e sul medio Adriatico. 

Nel week-end l'Italia sarà ancora alle prese con l'influenza del vortice depressionario, che però non sarà più alimentato e perderà sensibilmente potenza, determinando solo una moderata instabilità sui rilievi e soprattutto al sud e nelle zone interne del centro.

Anche le temperature tenderanno a risalire, attestandosi nuovamente su valori prossimi alle medie del periodo.

E la prossima settimana?
Il modello inglese vede lo sgretolamento dell'anticiclone sul Regno Unito e al suo posto l'inserimento deciso di una depressione molto incisiva che richiamerà correnti da sud ovest umide ed instabili su nord e Toscana già entro lunedì 19 maggio.

Martedì 20 maggio però ecco la sorpresa: partirà un braccio di ferro tra la depressione atlantica e il promontorio anticiclonico africano che andrà rafforzandosi sull'Italia centro-meridionale per la titubanza del vortice nel suo movimento verso levante.

Un gioco di sponda che potrebbe portare un anticipo d'estate al centro-sud, ma anche sul nord-est e condizioni instabili al nord-ovest, dove verranno a contatto le correnti fresche dell'Atlantico con quelle risalita da sud ovest. La curvatura ciclonica delle correnti potrebbe anche causare lo sviluppo di forti temporali su Piemonte ed ovest Lombardia.

Mercoledì 21 per l'emissione di stamane era atteso il passaggio della perturbazione legata al vortice, mentre per stasera il modello inglese vede l'ulteriore ingerenza dell'anticiclone africano con l'instabilità ormai relegata al settore alpino occidentale e prevalenza di sole su 3/4 del territorio in un contesto anche piuttosto caldo.

Quanto è attendibile questa previsione? La scarsa capacità di "lettura" della situazione prevista da martedì 20 in poi, non solo del modello inglese ma anche di quello americano, è giustificata non solo dalla distanza temporale che ci separa dallo schema barico, ma anche della difficoltà nel prevedere i movimenti di una depressione che si approfondisce sul posto e come tale tende fisiologicamente a rallentare. Si verifica allora il classico "incespico" dal quale si fatica ad uscire. Avanza o non avanza? Al momento è come togliere i petali alla margherita...  

Per giovedì 22 il modello mostra un tentativo di riscatto della depressione che potrebbe piazzare dei temporali al nord, specie ad ovest, mentre altrove si farebbe comunque strada un po' di nuvolaglia e perderebbe importanza il promontorio anticiclonico africano.

Infine per venerdì 23 in modo alquanto bizzarro la depressione finirebbe ulteriormente per risalire verso il Mar di Norvegia per essere riassorbita nel flusso atlantico. Una soluzione che non convince molto o quasi per nulla chi vi scrive.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum