Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il guasto di mercoledì al centro: occhi puntati soprattutto sulla Toscana

Una nuova perturbazione è prevista addentrarsi nelle prossime ore sull'Italia, risultando più attiva su gran parte del nord, ma soprattutto al centro. Ecco il dettaglio dei fenomeni previsti su quest'ultimo settore.

In primo piano - 19 Marzo 2013, ore 10.05

Perchè un'occhio di riguardo proprio per la Toscana? Perchè la nuova perturbazione attesa all'arembaggio della nostra Penisola nel corso della giornata di domani, mercoledì 20 marzo, investirà soprattutto le nostre regioni centrali. La Toscana, tra tutte, è la regione maggiormente colpita dalle piene e dagli allagamenti degli ultimi giorni.

Ora, il corpo nuvoloso non arriverà dal grande nord, ma dal basso Atlantico. La miscelazione delle masse d'aria che andrà a separare durante il suo passaggio sull'Italia saranno di tipo temperato ma fortunatamente (e dopo vi spiegheremo il perchè) l'aria fredda giunta con la precedente perturbazione riuscirà a mantenere ancora piuttosto basso il limite delle nevicate su Toscana, Umbria e Marche.

La nuova neve in quota impedirà la pericolosa, ulteriore immissione diretta di acqua in fiumi e torrenti, fattore determinante soprattutto per la Toscana, dove sono ancora in atto criticità a riguardo. 

Detto ciò dobbiamo comunque osservare che le precipitazioni ci saranno e saranno anche piuttosto intense a partire dalle ore centrali della giornata. Nel primo pomeriggio precipitazioni soprattutto su Toscana, Umbria, Marche e alto Lazio.  Possibilità di temporali su Livornese, Grossetano e Viterbese.

La quota neve sarà compresa tra i 1000 metri di Lunigiana, Garfagnana, Mugello e Apuane, ai 1200 di Casentino e Valdarno superiore, poi man mano a salire oltre i 1400-1500 metri su Senese, Livornese, Perugino e Pesarese, fino ai 1600-1700 di Grossetano, Viterbese e Reatino.

Tra pomeriggio e sera i fenomeni si attenueranno sulla Toscana per concentrarsi su Marche, Umbria, Lazio e gran parte dell'Abruzzo. Temporali previsti sul Lazio, con probabile coinvolgimento anche della Capitale. Rovesci anche su Umbria e Marche. Nevicate abbondanti in Appennino tra i 1300-1600 metri del settore umbro-marchigiano e i 1600-1800 metri di quello laziale-abruzzese.

I fenomeni sono attesi in lenta attenuazione nella prima parte della notte su giovedì, con una concomitante rotazione del vento, che da quadranti sciroccali si orienterà da Maestrale, rinforzando soprattutto lungo le coste. Mari da mossi a molto mossi. Temperature massime in calo mercoledì, minime in diminuzione nella notte su giovedì. I valori nel complesso si manterranno prossimi o leggermente inferiori alla media stagionale del periodo. 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.19: A7 Milano-Genova

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Allacciamento A10 Genova-Ventimigl..…

h 20.14: A25 Torano-Pescara

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Cocullo (Km. 121,8) e Sulmona-Pratola Peligna (Km. 136,8) in di..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum