Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il guasto di lunedì 15 e martedì 16: primi dettagli

L'azione congiunta di una perturbazione atlantica e di una nord-africana darà luogo ad un generale peggioramento, con piogge in arrivo su quasi tutta l'Italia.

In primo piano - 9 Ottobre 2012, ore 14.08

 Questa volta ce ne sarà per tutti: il Mediterraneo, spesso sede privilegiata di anticicloni di qualsivoglia origine, si ritroverà il peso di un bel malloppo perturbato. E' l'autunno che cerca di accelerare i ritmi e, in questo frangente, una prima dose di pioggia arriverà a destinazione anche sul suolo italiano.

Due i centri motore che si uniranno per farci aprire gli ombrelli tra lunedì 15 e martedì 16: un nucleo di aria fredda di origine groenlandese e una insidiosa depressione nord-africana. Il primo partirà sotto scorta di una veloce pulsazione del Getto Polare in uscita dal nord America con obiettivo l'Europa centrale.

L'azione di blocco profusa da una figura anticiclonica ben piazzata sull'Europa orientale, e con massimi sul mar Nero, farà rallentare il vortice che poi, grazie alla sua energia cinetica, finirà per parcheggiare le sue nubi e le sue piogge sulle nostre regioni settentrionali. Nel frattempo ecco entrare in scena la perturbazione nord-africana.

Attivata grazie all'approfondimento di un minimo di pressione orografico nato sottovento alla catena montuosa dell'Atlante, la sua massa nuvolosa viaggerà in direzione delle nostre regioni centrali e meridionali. Morale: gran parte d'Italia tra lunedì e martedì finirà sotto la pioggia. Il centro, ma soprattutto il sud probabilmente avrà a che fare con questo vortice anche nei giorni successivi, in particolare mercoledì 17.

Aggiungiamo inoltre che: al nord, dato l'inserimento dell'aria polare marittima, assisteremo ad un generale calo delle temperature, con relativo abbassamento delle quote neve sulle Alpi. Al centro e al sud, l'aria più mite nord-africana, condizionatamente instabile, potrà favorire lo sviluppo di strutture temporalesche a campione.

Insomma, finalmente una buona prestazione dell'autunno, rimasto finora all'ombra di una sinottica incolore e ora invece con l'occasione di un decoroso riscatto.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum