Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il "guastino" di martedì 5, realtà o miraggio?

Nel dominio praticamente assoluto dell'alta pressione sembra possa infilarsi una breve parentesi instabile tra la sera di lunedì 4 e la giornata di martedì 5.

In primo piano - 30 Marzo 2011, ore 10.02

Alla ricerca delle oasi nel deserto. Il deserto, visto che si parla di aria che arriva dal nord Africa, è il vasto anticiclone subtropicale che risalirà la china mediterranea nel corso del prossimo fine settimana. Su quello non c'è proprio da discutere, dato che tutte le mappe ce lo regalano a piene mani e pressochè all'unanimità.

Nel mezzo del cammin della sua bella vita però il nostro anticiclone potrebbe inciampare su un balzello imprevisto, un piccolo ma insidioso cavo d'onda colmo di aria instabile. Al momento non tutti gli scenari a noi disponibili sono concordi nel collocare in modo chiaro questo disturbo. L'analisi della Corrente a Getto però ci aiuta a comprendere le origini dinamiche di quello che avverrà e a prevederne la possibile evoluzione.

Il veloce fiume d'aria in scorrimento sui cieli dell'Europa occidentale con direttrice Canarie-Isole Britanniche-Regione Scandinava, subirà un rallentamento lunedì 4 all'altezza della Francia. Il flusso si dividerà pertanto in due pulsazioni successive, entrambe volte ad alimentare la bolla di bel tempo prima e dopo. Nel mezzo si infilerà invece una piccola onda depressionaria, diretta martedì 5 verso l'arco alpino.

Ecco prendere corpo il possibile "guastino"  citato all'inizio. Già lunedì sera i primi spunti temporaleschi potranno svilupparsi sulle Alpi, per poi concedere il bis nella giornata di martedì 5, sconfinando talora anche verso la pianura Padana.

A questo punto la spinta del Getto, in nuova fase di accelerazione, metterà fretta alla goccetta fredda la quale sarà costrettà a distaccarsi dalla struttura madre perdendosi sui nostri mari di ponente. In questa fase, e siamo arrivati al pomeriggio-sera di martedì 5, l'onda instabile potrà estendersi temporaneamente anche alla dorsale appenninica.

Oltre al comparto ligure, anche i settori centrali fino allo spartiacque laziale-abruzzese e zone interne limitrofe del centro potranno avvedersi di qualche spunto temporalesco improvviso. Le ultime ore di vita della piccola goccia fredda costituita vedrà infine la Sardegna quale meta finale dei possibili rovesci residui associati, fenomeni che arriveranno sull'Isola probabilmente nella notte su mercoledì, con una coda possibile nelle successive ore pomeridiane, prima di spegnersi definitivamente.

Dopo di questo? Sole a oltranza, naturalmente.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.24: SS613 Brindisi-Lecce

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 3,288 km prima di Incrocio Torchiarolo (Km. 17) in direzione Inc..…

h 21.19: SS613 Brindisi-Lecce

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 3,783 km prima di Incrocio Torchiarolo (Km. 17) in direzione Inc..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum