Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il grande nord chiama e il Mediterraneo risponde: giovedì rischio di forti temporali all'estremo sud

La saccatura nord-europea si allungherà fin sul Mediterraneo centrale agganciando con tutta probabilità l'ostacolo montuoso nord-africano dell'Atlante. Da qui potrebbe partire un'offesiva temporalesca diretta su Sicilia, Calabria e sud Puglia.

In primo piano - 12 Ottobre 2009, ore 11.04

Se il grande nord si farà sentire con il suo freddo, il Mediterraneo non starà a guardare e risponderà con i suoi temporali. L'irruenza della saccatura scandinava, imbeccata anche dalla concomitante risalita di un imponente braccio anticiclonico sul Regno Unito prima e sulla Scandinavia poi, finirà per aizzare nuovamente la bomba termica del Mare Nostrum. La spigolosa saccatura verrà alimentata in medio-alta troposfera da diversi mulinelli di vorticità. Questi ultimi verranno lavorati da un ramo secondario del getto polare, sprofondato nel frattempo sui cieli della Tunisia. Da qui la risposta mite sud-occidentale che distorcerà le masse d'aria calda presenti sul nord Africa e le porterà sul Mediterraneo dove si caricheranno di umidità. La manovra si porterà a compimento nella giornata di giovedì 15. Le forzanti descritte si amalgameranno tra loro sfornando con tutta probabilità imponenti ammassi tempororaleschi che prenderanno corpo dall'entroterra tunisino per proiettarsi poi sul Canale di Sicilia. Il braccio di mare fornirà come detto una prima dose di calore latente e di umidità, tali da esaltare la convettività. La Sicilia dovrà dunque vedersela per prima con una nuova probabile passata temporalesca, anche piuttosto attiva proprio nella giornata di giovedì. A seguire la girandola temporalesca risalirà verso la Calabria, traendo la sua energia dalle tiepide acque del mar Jonio, mentre alle quote superiori l'aria fredda di origine scandinava instabilizzerà ulteriormente tutta la colonna atmosferica promuovendo lo sviluppo di estesi sistemi temporaleschi su tutta l'area siculo-calabrese. La scia temporalesca potrebbe poi allungarsi anche verso la Puglia meridionale, in particolare sul Salento, ove saranno altrettanto possibili fenomeni di un certo rilievo.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.52: A90-GRA Salaria-Casilina

coda incidente

Code, incidente a 89 m prima di Svincolo 17: Tor Bella Monaca (Km. 35) in direzione Area di servi..…

h 18.52: A11 Firenze-Pisa

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Lucca (Km. 65,8) e Montecatini (Km. 39..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum