Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il colore delle nubi

E’ vero che una nube chiara non porta pioggia, mentre una quasi nera provoca forti precipitazioni? Non sempre.

In primo piano - 23 Luglio 2010, ore 10.44

Uscendo di casa siamo abituati a dare uno sguardo alle nubi e ad osservare il loro colore per distinguere un ammasso piovoso da uno innocuo. Purtroppo questa regola non vale sempre, anzi molto spesso sono proprio le nubi più brillanti quelle più “pericolose”.

Infatti normalmente i cumuli ed i cumulonembi (le nubi che possono provocare gli acquazzoni o i temporali) se si stagliano in direzione opposta a quella del sole e non sono coperti da altri banchi nuvolosi, appaiono come “montagne di panna montata” di un bel bianco candido; allora di solito ci rassicuriamo e siamo indotti a pensare che quella nube è totalmente innocua, sbagliandoci completamente.

In molti casi oltretutto il cielo è talmente carico di umidità da portare ad una densa foschia che non ci permette di vedere la base della nube stessa, dove spesso si possono invece scorgere fulmini e rovesci. Sempre in caso di temporale in alcune situazioni particolari potremmo vedere come la base del cumulonembo (da dove si scaricano i fulmini) possa assumere sfumature verdognole o giallastre; questo è invece un indice di una possibile grandinata entro breve tempo.

Al contrario esistono nubi molto scure e dense che non provocano piogge o fenomeni di alcun tipo; ad esempio all’arrivo di un fronte caldo potremmo essere raggiunti da una copertura nuvolosa stratificata e spessa, che riesce ad annullare l’azione della luce solare facendoci osservare ammassi minacciosi, ma che in effetti non rilasciano nemmeno una goccia di pioggia.

Un altro caso del genere si verifica quando un forte temporale passa a qualche chilometro dal nostro punto di osservazione; in tal caso può capitare di essere raggiunti da alcune bande nuvolose generate dall’aria fredda che viene scaricata dal cumulonembo a partire dalle quote superiori, come la “nube a mensola” o la “nube a rotolo”, che all’apparenza incutono quasi timore, ma in definitiva spesso sono seguite solo da un rinforzo del vento.

In poche parole il colore delle nubi dipende quasi esclusivamente dalla posizione relativa rispetto al sole: se le osserviamo in direzione (approssimativamente) opposta ad esso e non ci sono altre nubi a proiettare la loro ombra su di esse, ci appariranno molto chiare; viceversa se gli ammassi nuvolosi tendono a coprire il sole osserveremo essi o i banchi nuvolosi che si trovano nel loro cono d'ombra quasi sempre molto scuri.


Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum