Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il clou del maltempo

Per la giornata di lunedì si prospetta una fra le peggiori configurazioni bariche possibili per l’Italia

In primo piano - 21 Settembre 2002, ore 11.44

Il momento peggiore della fase di maltempo "POLARIS" sarà lunedì, quando un grosso e profondo vortice tenderà ad interessare direttamente il nostro Paese: la sua struttura molto complessa lo vedrà centrato alle alte quote sulle Alpi centrali, attorno ai 5000 metri fra la Savoia e la Valle d’Aosta ed al suolo sulla Pianura Padana orientale. Questa disposizione sfalsata fra i minimi alle varie quote è garanzia di lunga vita per il vortice stesso, che quindi non accennerà ad attenuarsi per diversi giorni. Lunedì possiamo dire che alle basse quote le correnti fredde avranno già raggiunto l’arco alpino e parte della Pianura Padana, specie la Romagna ed il Triveneto, mentre in quota continuerà a scorrere aria calda. Pertanto sul settore centro-orientale, potrebbero formarsi estesi corpi nuvolosi di tipo stratificato, forieri di precipitazioni deboli o moderate, ma piuttosto diffuse, che temporaneamente assumeranno carattere di rovescio; sui rilievi alpini la neve cadrà oltre i 2000 metri di quota e localmente, durante le precipitazioni più intense, al di sopra dei 1800 metri. Sul Piemonte e la Valle d’Aosta i venti da nord tenderanno invece a ripulire il cielo ed a portare molte più schiarite, almeno fino a sera. Durante la notte fra lunedì e martedì il passaggio dell’asse in quota della depressione porterà un nuovo peggioramento temporalesco su tutto il nord-ovest, con fenomeni intensi sulla Liguria. Al centro la situazione sarà relativamente più tranquilla, nel senso che dopo il passaggio del primo impulso freddo nei bassi strati, l’aria tenderà a rimanere instabile e quindi i rovesci temporaleschi continueranno a manifestarsi, anche se alternati con qualche schiarita. La temperatura comunque sarà calata già di qualche grado a causa della cessazione dei venti umidi e miti di richiamo da SW. Al sud invece la perturbazione che aprirà la strada al peggioramento sarà sempre in azione e quindi gli acquazzoni saranno frequenti ed intensi, con poche schiarite; la temperatura però continuerà a rimanere alta, almeno fino a martedì. Vi consigliamo comunque di seguire tutti gli aggiornamenti, perché la situazione è veramente complessa.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.25: A30 Caserta-Salerno

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Sarno (Km. 36,2) e Palma Campania in direzione Caserta dalle 2..…

h 22.20: A30 Caserta-Salerno

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Nocera Pagani (Km. 40) e Sarno (Km. 36,2) in direzione Caserta..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum