Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il clima che cambia: zonalità sconfitta, la partita del tempo si gioca lungo i meridiani

Come già ricordato in altri pezzi pubblicati su MeteoLive, la circolazione atmosferica sull'Europa sta cambiando.

In primo piano - 16 Ottobre 2009, ore 10.25

Le perturbazioni atlantiche trascinate dalle grandi correnti occidentali che si abbassavano di latitudine ed interessavano anche la regione del Mediterraneo sono ormai un miraggio. Sul perchè ci si interroga tutti i giorni (cella di Hadley spostata più a nord, insieme alla linea di convergenza intetropicale, meno freddo al polo, etc) e tutto sommato è ciò che al popolo interessa meno, sono invece le conseguenze quelle che ci coinvolgono in prima persona. La circolazione zonale è dunque quasi defunta se si eccettua qualche tentativo isolato di riportare la situazione nella normalità (inverno 2000-2001 o parte dell'inverno 2008-2009) con risultati effimeri. Nascono invece grandi anticicloni bloccanti e sul Mediterraneo il compito di distribuire la pioggia è affidato all'eroico lavoro svolto dalle depressioni, altrimenti, aldilà della classica instabilità o di qualche fronte più magnanimo degli altri, di acqua ne vedremmo ben poca. La partita si gioca dunque lungo i meridiani: irruzioni di aria fredda, avvezioni di aria calda, invasioni anticicloniche subtropicali, maggiore spinta del Vortice Polare verso il Mediterraneo. Cosa succede al tempo sull'Europa? Non staremo attraversando una fase di grandi manovre, esperimenti, collaudi naturali in attesa di ritrovare un nuovo equilibrio a noi sconosciuto? E' stata comunque questa la caratteristica definitiva del tempo di questa prima decade del 2000, lo sarà per altri 10 anni? Se così fosse dovremmo prepararci a costanti anomalie con periodi piuttosto brevi legati a tempo instabile, alternati ad altri estremamente siccitosi con anticicloni talmente in forma da persistere stabilmente per mesi sulle stesse posizioni. E' probabile che presto debba essere ridisegnata la mappa delle aree più piovose del territorio con alcune conferme, alcune smentite e delle "new entry". Magari complessivamente continuerà a piovere di meno, perchè comunque le perturbazioni atlantiche serie erano una sorta di "carico da 6", ma pioverà di più laddove prima stentava a farlo (ad esempio isole). Da notare che potremo soffire di più il caldo e potremo vivere lunghe fasi anticicloniche invernali statiche, in compagnia dei veleni accumulati nelle nostre città... Dovremo abituarci a convivere con questo tempo nuovo, le cui caratteristiche troveranno spazio nei nuovi libri di testo sull'argomento. Anche le granitiche certezze dei previsori più anziani stanno per crollare, le previsioni del tempo seguiteranno ad essere difficili, perchè non possiamo più vivere sulla memoria storica del tempo vissuto, c'è un "new deal" da memorizzare, molto più complesso dell'"old deal". Ma sarà davvero così? Le nuove generazioni di previsori in ogni caso sono avvertite...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.18: A4 Venezia-Trieste

coda incidente

Code causa incidente risolto nel tratto compreso tra Svincolo S. Stino Di Livenza (Km. 435,3) e Svi..…

h 21.18: A24 Tratto Urbano

allagamento blocco

Chiusura nodo causa allagamento a Svincolo Tangenziale Est (Km. 7,2) in direzione salaria…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum