Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il cielo d'autunno; la grande Galassia di Andromeda

Un breve viaggio tra le costrellazioni e le meraviglie del cielo autunnale.

In primo piano - 12 Ottobre 2006, ore 12.40

Le giornate tendono ormai visibilmente ad accorciarsi, lasciando ampio spazio all'osservazione notturna delle meraviglie del cielo autunnale. La volta celeste è ancora dominata ad ovest da alcune luminose costellazioni estive, come l'Aquila, il Cigno e la Lira. A sud invece, troviamo alcune grandi costellazioni, non troppo appariscenti, come Andromeda, Pegaso ed i Pesci costituite da stelle poco luminose. Ad est stanno sorgendo alcune tra le costellazioni più brillanti del cielo boreale, ma fanno parte del cielo invernale, che avremo modo di analizzare nelle prossime rubriche. La principale difficoltà, che solitamente si incontra nel riconoscere le costellazioni, è quella di ricordare la loro forma e posizione in cielo. Tutto ciò, viene complicato dal fatto che le stelle in cielo si muovo da est verso ovest, a causa della rotazione del nostro Pianeta attorno al suo asse. Capiterà così che Andromeda, visibile a sud nel mese di ottobre, si trovi ad ovest due mesi più tardi, rendendo a volte difficile la sua identificazione sulla volta celeste. Per ovviare a questo problema, la cosa più semplice è quella di prendere alcune costellazioni di guida, facili da riconoscere perché costituite da stelle che disegnano una forma molto caratteristica, come quella del Grande Carro, nell'Orsa Maggiore. Prendendo le due stelle più lontane dal timone del Grande Carro, e prolungando verso l'alto la linea che le unisce, per cinque volte, troveremo una stella isolata, non molto luminosa, a metà strada tra l'orizzonte e lo zenit: abbiamo individuato la stella Polare. Alla sua sinistra si dispiega il Piccolo Carro, visibile però solo quando il cielo è limpido; avremo così trovato il punto cardinale nord. Volgendo lo sguardo nella direzione opposta, cioè verso sud, alta nel cielo, troveremo la caratteristica forma quadrata del Pegaso, e alla sua sinistra le tre stelle che formano Andromeda. Spostandoci ancora verso nord-est sarà facile identificare la caratteristica forma a W di Cassiopeia e, più verso l'orizzonte, quella ad Y del Perseo. Spostiamoci ora ad ovest, dove troveremo tre stelle molto luminose e bianche a formare un grande triangolo: sono Deneb del Cigno, Vega della Lira, la più luminosa, e Altair dell'Aquila. Se volgiamo lo sguardo in una notte limpida, lontano dall'inquinamento luminoso cittadino, in direzione della stella centrale della costellazione di Andromeda, o Beta Andromedae, scopriremo poco sopra di essa un piccola macchiolina bianca, simile ad una nuvoletta, grande come la Luna Piena ma con una luminosità quasi impercettibile. Stiamo osservando M31, la famosa Galassia di Andromeda, la più vicina del gruppo galattico locale. Situata all'incredibile distanza di circa due milioni di anni luce, la Galassia è costituita da miliardi stelle, alcune molto antiche, altre invece assai giovani, raggruppate insieme a formare una struttura discoidale, del tutto simile alla nostra Via Lattea, ma dalle dimensione superiori. La piccola macchia bianca che stiamo osservando è quindi in realtà la luce concentrata di centinaia di miliardi di stelle, che ha viaggiato per 2 milioni di anni prima di giungere a noi. Se osservata con piccolo binocolo o con un telescopio a bassissimo ingrandimento, M31 mostra la sua vera forma discoidale. Le osservazioni indicano che la Galassia di Andromeda è in rotta di collisione con la nostra Via Lattea, avvicinandosi ad una velocità di 140 chilometri al secondo. L'impatto è previsto fra 3 e 4 miliardi di anni, e vista la velocità relativamente bassa, le due galassie probabilmente si fonderanno per formare una galassia ellittica gigante. A presto e buona osservazione a tutti!

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.20: A11 Firenze-Pisa

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Chiesina Uzzanese (Km. 46,4) e Altopascio (Km. 49,3) in direzio..…

h 03.09: A4 Brescia-Padova

blocco

Entrata chiusa causa tratto chiuso a Svincolo Sirmione (Km. 253,7) in direzione Brescia…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum