Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il caldo anomalo sull'Italia potrebbe non tornare per tutta la prima decade di giugno

Col cambio di mese ritroveremo temperature più gradevoli e una maggior variabilità. Non diamo troppo peso a chi ci propina le previsioni a lunga data come fossero certezze.

In primo piano - 27 Maggio 2005, ore 10.35

Ci apprestiamo a vivere la prima ondata di caldo estivo del 2005 e già i giornali e la TV, in pieno stile "hollywoodiano" escono con titoli apocalittici lanciandosi in previsioni a lunga scadenza spesso prive di rigore o di fondamento scientifico, oltretutto presentate come fossero certezze. Naturalmente chi ha poca dimestichezza e scarso interesse per il meteo cade in questa trappola mediatica aspettandosi chissà quanti giorni di caldo, siccità ad oltranza e vegetazione in fiamme. Nulla di più sbagliato se non si riflette un istante che i principali motori del caldo e del freddo sono le masse d'aria, trasportate dalle correnti atmosferiche. Se ora attraversiamo una fase calda è perché delle masse d'aria provenienti dal nord Africa sono andate ad interagire con un anticiclone presente sul centro-sud europeo. Questo fatto, unito al prolungato soleggiamento dato dal cielo sereno, contribuisce a portare le temperature sopra le medie facendo già gridare ad un'estate arroventata. Durerà? La temperatura percepita dall'organismo (un mix tra temperatura misurata e umidità) sarà vicina ai 40°C per tutto il mese di giugno? Non scherziamo! Andiamo subito ad esaminare le carte meteorologiche che ci dicono che appena dopo il fine settimana la circolazione in quota inizierà a cambiare riproponendo sulla Penisola un blando flusso atlantico, specie martedì e mercoledì. Solamente questo sarà sufficiente ad accrescere l'attività temporalesca e a far calare le temperature di diversi gradi, riportando i valori intorno alle medie del periodo. E poi cosa accadrà? Le proiezioni a medio-lungo termine dicono che le masse d'aria nordafricane se ne staranno a casa loro almeno per tutta la prima decade di giugno mantenendo le temperature sull'Italia perfettamente in media col periodo, cioè valori probabilmente non superiori a 30°C. Ci sarà il sole o pioverà? Di tanto in tanto potrà farci visita qualche disturbo da ovest, tanto per spezzare le lunghe fasi serene e portare qualche acquazzone rigenerante. Queste proiezioni non vanno però prese come verità assolute perché già domani o tra poche ore potrebbero subire delle lievi correzioni di rotta. Cerchiamo di accogliere le notizie con maggior criticità, solo così potremo innalzare il livello medio di cultura meteorologica nel nostro Paese.

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum