Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I temporali sulle Alpi torneranno solo a partire da giovedì 23

La settimana ondata di calore si andrà attenuando solo a partire dalla seconda parte della prossima settimana, con il ritorno graduale dei temporali in montagna, specie nelle Alpi.

In primo piano - 18 Agosto 2012, ore 09.00

Per alcuni giorni la massa d'aria calda e secca, unitamente all'azione di avvitamento e compressione dell'alta pressione, renderà quasi nulla la formazione di cumuli in montagna, regalando a chi ancora si può permettere un po' di vacanza, tanto sole e un'ottima visibilità.
 
Nei bassi strati invece graverà la foschia, che limiterà un pochino il soleggiamento, impedendo forse il raggiungimento di valori termici eccezionali, ma recherà un profondo disagio alla popolazione in virtù dell'alto tasso di umidità.

Nella seconda parte della prossima settimana la dorsale anticiclonica darà i primi segni di cedimento e i temporali cominceranno nuovamente a visitare la regione alpina, specie da giovedì 23, coinvolgendo marginalmente anche la fascia pedemontana e forse del nord Appennino, ed attenuando sensibilmente la calura.

La mappa che vi mostriamo è forse un po' troppo "carica" di accumuli precipitativi, ma evidenzia nel riassunto a sette giorni, il confortante ritorno delle precipitazioni almeno sui settori alpini, con accumuli anche importanti e con sconfinamenti sul catino padano, arrivando a pronosticare persino qualche fenomeno su nord Appennino, e anche sul settore abruzzese.

L'attenuazione dei valori termici estrermi comunque risulterà molto più lenta al centro-sud, dove andrà a "morire", pur attenuata, la massa d'aria calda che sino a qualche ora prima aveva interessato le Alpi.

Per un cambiamento più serio bisognerà probabilmente attendere domenica 26 o lunedì 27 ma l'incertezza regna sovrana tra i modelli, come sempre quando si fa avanti uno schema barico diverso dall'alta pressione.

Saccature e rinfrescate "miraggio" finiscono per ridimensionarsi appena ci si avvicina all'evento, fin quasi a scomparire, tuttavia questa volta la strada per la rinfrescata sembra abbastanza tracciata, eppure si fa fatica ad inquadrarne i passi. Seguite dunque tutti gli aggiornamenti.


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum