Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I temporali sul mare in primavera: quando si formano?

Il mare freddo ostacola in genere la formazione dei temporali marittimi, soprattutto nella seconda parte della primavera. Nel mese di marzo, tuttavia, tali fenomeni sono ancora possibili.

In primo piano - 28 Marzo 2011, ore 10.48

La stagione invernale ci ha ormai lasciato. La settimana scorsa, la primavera ci ha mostrato il suo volto soleggiato e stabile. I nostri termometri sono lievitati e la voglia di stare all'aria aperta è diventata ormai una realtà 

Per alcune regioni italiane, si dice che la primavera arrivi con il primo tuono. Il maggior riscaldamento offerto dal sole può difatti mettere in moto le prime termiche, che si staccano come autentiche "bolle" dai nostri rilievi. Se le condizioni termodinamiche lo permettono, si possono formare situazioni temporalesche, seppure non intense e durature come in estate.

Tutto ciò riguarda le zone situate ad una certa distanza dal mare, ovvero che possono scaldarsi efficacemente solo con il soleggiamento.  

Per la fascia costiera ed i litorali il discorso cambia, anzi, si inverte. Sappiamo bene che il mare è un grande calorifero: tutto il calore immagazzinato nel periodo estivo viene smaltito molto lentamente. Nel periodo autunnale ed invernale, quindi, il mare si presenta in genere piu caldo rispetto alle terre emerse e facilita quindi la formazione dei temporali.

Nel mese di marzo si arriva quasi al pareggio, ma in alcune circostanze il mare puo risultare ancora in eccesso termico rispetto alla terraferma. Quando avviene ciò, i temporali sul mare sono possibili, seppure non con l'intensità del periodo autunnale.

Ad aprile invece è già piu difficile. I temporali marittimi si limitano in genere alle ore notturne, quando il delta termico è a favore dello specchio d'acqua. Durante il giorno iniziano ad essere poco frequenti, a patto che non si abbiano irruzioni di aria particolarmente fredda ed instabile (ad esempio dalla Valle del Rodano).

A maggio, infine, i temporali marittimi si formano solo in caso di forti perturbazioni o linee di instabilità potenti. Il calore ormai elevato della terraferma sposta il baricentro instabile verso di essa, lasciando il mare in una sorta di "beata tranquillità".


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.33: SS87 Sannitica

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato, fondo stradale scivoloso a 14,646 km prima di Incrocio Staz. Di Ripabottoni -..…

h 22.32: A14 Pescara-Bari

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Termoli-Molise (Km. 477) e Andria-Barletta (Km. 626,9) in entramb..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum