Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I PESTICIDI avvelenano il Mediterraneo!

Metalli, diserbanti, diossine e veleni di ogni tipo finiscono ogni anno in mare senza controlli.

In primo piano - 28 Luglio 2004, ore 09.34

Tra i veleni che ogni anno finiscono nel Mare Nostrum, un particolare pesticida vietato da oltre 15 anni dall'UE desta particolare allarme. Si tratta del lindane, di cui ne scarichiamo circa 60 tonnellate ogni 12 mesi... I due Paesi più inquinanti sono la Francia e l'Italia che "eccelle" nel riversamento dei metalli pesanti come piombo, rame e zinco (circa il 30% di quelli rinvenuti nel Mediterraneo sono nostri!). Siamo tra i primi anche per quanto riguarda il mercurio, il metallo in assoluto più tossico per l'ecosistema e l'uomo, di cui ne immettiamo circa 13 tonnellate l'anno, eguagliati solo dalla Grecia e superati da Spagna e Portogallo con 18 tonnellate. Per le diossine non c'è che dire, nella top five abbiamo nell'ordine: Francia, Italia, Spagna, Grecia e Portogallo. A lanciare l'allarme è il rapporto dell'UNEP (United Nations Environment Programme) pubblicato a Barcellona durante il 13° incontro della Convenzione per la protezione del Mediterraneo in cui, fra l'altro, si sottolinea come il lindane sia uno dei POP (Inquinanti Organici Persistenti) al pari di diossine e DDT. Perché tanta preoccupazione? È stato provato che questi composti aumentano le attività cancerogene, immunodepressive e endocrino-distruttive sia negli animali che negli uomini. I rischi sono maggiori anche per il fatto che il Mediterraneo è un mare chiuso e ci vogliono circa 100 anni per un ricambio completo delle acque. Esiste un Protocollo di cui da anni le organizzazioni ambientaliste chiedono la ratificazione da parte degli Stati che si affacciano sul Mare. Ovviamente, i ritardi burocratici si sprecano e nel frattempo la situazione peggiora. Ci sono poi Paesi come: Algeria, Bosnia, Croazia, Egitto, Israele, Libano, Libia, Serbia e Siria in cui nemmeno si è iniziato a discutere dei punti di questo Protocollo. Pensiamoci bene, la salute dell'ecosistema in cui viviamo è strettamente correlata alla nostra.

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.23: A2 Autostrada del Mediterraneo

incidente

Riduzione di carreggiata causa incidente precedente a 7,457 km prima di Area di servizio Frascineto..…

h 22.14: A1 Roma-Napoli

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Caserta Nord (Km. 733,7) e Caserta Sud (Km. 740,6) in direz..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum