Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I fronti freddi da EST

Come arrivano sull’Italia? Con quale disposizione delle correnti si presentano?

In primo piano - 11 Dicembre 2007, ore 10.00

La stragrande maggioranza delle perturbazioni che investono il nostro Paese provengono dall’Atlantico, o al più dall’Africa; può però capitare in certe occasioni che i sistemi frontali vengano spinti dalla Scandinavia o dall’Europa orientale verso di noi da correnti fredde, soprattutto in inverno ma anche nelle stagioni intermedie. In queste occasioni il fronte è preceduto e seguito da correnti che nulla hanno a che vedere con la loro disposizione usuale, alla quale assistiamo in occasione dell’avvento di una perturbazione atlantica. Infatti questi sistemi frontali freddi sono guidati da una depressione che spesso si genera sullo Ionio o al più sui Balcani; di conseguenza i venti di richiamo verso tale depressione, quando il fronte è in procinto di arrivare, non possono che prendere una direzione prevalente da NW verso SE. Se la Penisola Italiana fosse completamente pianeggiante avremmo ovunque il Maestrale, ma bisogna fare i conti con le varie catene montuose, che in un modo o nell’altro deviano le masse d’aria che si dirigono verso di esse. Innanzitutto se il vento da NW (quello di richiamo) investe la Francia centrale dirigendosi verso le Alpi, viene deviato in vari modi: buona parte si getta nella Valle del Rodano, dando vita a correnti che poi investono Sardegna e spesso anche il medio Tirreno; la porzione rimanente “filtra” attraverso la catena alpina in Pianura Padana, perdendo notevolmente di potenza e presentandosi a raffiche. La porzione che entra dalla Provenza sul Mediterraneo impone una tale differenza di pressione fra le coste francesi e quelle della Riviera di Ponente (dove inizialmente il vento non c’era) che in certi casi si genera una piccola depressione sul Golfo di Genova; questa porta ad una particolare rotazione dei venti fin sul Tirreno settentrionale, ben evidenziata in figura. Sempre facendo riferimento alla foto, abbiamo supposto che prima dell’arrivo della perturbazione fosse già presente una depressione sul Mar Libico, per evidenziare come un tale sistema frontale possa far ruotare le correnti di 180° in pochi chilometri. Una volta transitato il fronte, in generale le correnti si presentano da NE; anche in questo caso le correnti subiscono deviazioni importanti. Innanzitutto l’aria fredda da est in buona parte entra dalla Porta della Bora, accelerando e portando venti generalmente intensi in zone come quella di Trieste; una volta arrivata sull’Appennino la corrente non subisce deviazioni, perché vi incide “perpendicolarmente”; ecco che quindi nasce il Grecale sul Tirreno, che qualche volta arriva fino in Sardegna. Sulle Alpi orientali invece il vento viene deviato, rallentato e costretto a compiere una rotazione da SE, portando spesso una relativa calma di vento nelle vallate friulane e nel Cadore. Infine sulla Pianura Padana l’aria fredda entra quasi sempre da E, per poi arrivare a ridosso delle Alpi occidentali, dove può prendere 2 direzioni in particolare: da N o da S, a seconda della particolare posizione della vallata considerata.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.22: A7 Milano-Genova

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Genova Bolzaneto (Km. 125,8) in uscita in entrambe le direzioni dal..…

h 07.19: A52 Tangenziale Nord Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo SP131 Nova Milanese (Km. 9) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum