Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I fenomeni al centro-sud: dove e quando

Le correnti fredde settentrionali domineranno la scena italiana fino alla metà di questa settimana. Ecco le zone maggiormente colpite.

In primo piano - 10 Dicembre 2012, ore 10.22

Ancora 48-72 ore di correnti settentrionali fredde, che soffieranno sul nostro Paese e faranno scendere ulteriormente i termometri, specie al nord e lungo il versante adriatico.

I fenomeni annessi saranno pochi, vista la scarsa umidità della massa d'aria. Le precipitazioni si faranno vedere solo dove le correnti saranno costrette a salire, impattando contro le catene montuose (effetto stau).

Ben sappiamo che quando i venti sono di matrice settentrionale, le regioni maggiormente esposte sono quelle meridionali e del medio versante adriatico. Sarà così anche questa volta.

Ecco le precipitazioni previste per le ore centrali della giornata di martedì 11 dicembre. Esse si faranno vedere lungo il versante adriatico, dalla Romagna verso sud, con cadute di neve sui 200-300 metri, fino ai 500 metri della Puglia. Si tratterà di precipitazioni intermittenti, che lasceranno spazio anche a pause.

Nevicate più intense saranno presenti nelle zone interne soggette a stau orografico.

Precipitazioni anche sulla Gallura, la Sicilia settentrionale ed il sud della Calabria. La quota neve qui sarà più alta, attorno ai 700 metri.

Attenzione anche ai venti forti settentrionali, specie sulle Isole e sui bacini centro-meridionali italiani.

Un tempo sostanzialmente simile accoglierà l'Italia nella giornata di mercoledì 12 dicembre.

Il versante adriatico sarà ancora nel mirino, segnatamente la Romagna e il nord delle Marche, dove la neve si farà vedere localmente anche lungo i litorali.

Neve sui 300-400 metri in Abruzzo, Molise e Puglia Garganica, accompagnata da forti venti settentrionali.

Migliorerà invece il tempo sulla Sardegna e nel pomeriggio anche sulla Calabria e la Sicilia, dopo le ultime precipitazioni della mattinata.

Sarà probabilmente la giornata più fredda, con ventilazione ancora sostenuta su tutti i bacini meridionali e forti gelate al nord tra la notte e la prima mattinata.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum