Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I cicloni ALLAGANO Venezia, e non è finita!

Venezia paga a caro prezzo la violenza del ciclone originatosi nel Mediterraneo.

In primo piano - 13 Novembre 2019, ore 09.30

Il mare più caldo, dopo mesi di anticicloni, non poteva che reagire in autunno ai primi sbuffi di aria fredda, generando cicloni profondi, in grado di determinare venti fortissimi, anche di tipo sciroccale, che sommandosi alla marea astronomica, hanno prodotto i danni che sono sotto gli occhi di tutti.

Non siamo comunque arrivati al valore record dell'alluvione del 1966 di 194cm, si parla di un'altezza ufficiosa di 187cm raggiunta alle 22.50 di ieri, ma il dato non è stato convalidato. Qui un'immagine dell'alluvione del novembre del 1966:


Notevole comunque il dato previsto dal centro maree per le 10.30 di stamane:

Sono infatti previsti ben 160cm e 120 se ne prevedono per la tarda serata odierna. La situazione migliorerà solo di poco nelle successive giornate di mercoledì e giovedì, quando si prevedono comunque picchi rilevanti di 130-140cm, in grado di creare disagi e allagamenti importanti.

Il miglioramento di sabato 16 sarà del tutto effimero, perché una nuova sciroccata, molto temibile, dovrebbe riscontrarsi nella giornata di domenica 17 novembre, con un picco di marea indotta dal vento atteso intorno a mezzogiorno, per fortuna non più accompagnato da un'alta mare astronomica come quella di questi giorni, cosa che avrebbe aggravato enormemente la situazione. In ogni caso la mappa dei venti previsti per domenica 17 parla da sola e mostra l'intensità della sciroccata prevista in Adriatico:

Tutti da valutare i danni alla Basilica di San Marco, ai vari negozi e all'hotel Gritti, invasi dall'acqua a più riprese. Molte zone della città sono rimaste senza luce da ore e il sindaco della città lagunare ha chiesto l'intervento del Governo.

Venezia, come tutta l'Italia, dovrà fare i conti anche nei prossimi anni con cicloni violenti, originati indirettamente dalla presenza costante dell'anticiclone, che soprattutto in estate, favorisce un surriscaldamento del mare, che poi ne favorisce lo sviluppo quando arrivano le grandi saccature atlantiche; questo però non significa che la città debba venire necessariamente sommersa completamente dall'acqua come si sta gridando ai quattro venti.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum