Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I capricci dell'uragano Lorenzo, ecco come potrebbe influenzare il tempo d'Europa

Cerchiamo di risolvere il delicato nodo previsionale che si preannuncia nel prossimo futuro, molte variabili in gioco ma iniziamo a discutere sui punti fermi.

In primo piano - 25 Settembre 2019, ore 19.00

Il vortice polare tende gradualmente a rinforzare e nel prossimo futuro, le depressioni prodotte da quest'ultimo verranno alimentate da apporti sempre più consistenti di aria fredda che consentono alle stesse di propagarsi con maggiore facilità verso le latitudini del Mediterraneo. Di questo importante fattore dovremo tenere conto nell'evoluzione del tempo relativa alla prima decade di ottobre. Tuttavia abbiamo una forte incertezza rappresentata dall'uragano Lorenzo che nel corso della prossima settimana è atteso portarsi verso nord, dall'oceano Atlantico tropicale sino a ridosso degli stati occidentali europei. Appare quindi chiaro sin da subito come questa depressione dalle origini tropicali, avrà una ripercussione sulla circolazione atmosferica prevista in Europa, le figure di alta e di bassa pressione, con le loro rispettive posizioni, sono elementi che verranno rivisti diverse volte dagli aggiornamenti modellistici nel prossimo futuro. Una variabile in più con cui dovremo inevitabilmente fare i conti. Ecco un'immagine di Lorenzo di fronte alle coste della Mauritania e del Senegal:

 

La perturbazione che avrebbe dovuto interessare il nostro Paese, nonché l'Europa centrale ed occidentale all'esordio di ottobre, è stata di fatto cancellata dagli nuovi aggiornamenti previsionali, un ribaltone che deriva proprio dall'interferenza prodotta da questo uragano che negli aggiornamenti di ieri era visto restare isolato alle latitudini più meridionali dell'Oceano Atlantico, mentre quest'oggi viene visto agganciato da una depressione canadese. Il passaggio perturbato sul nostro Paese quindi non potrebbe più verificarsi, poiché Lorenzo scatenerebbe davanti a sé un richiamo d'aria calda subtropicale diretto all'Europa. Questo è un comportamento che abbiamo avuto modo di osservare già qualche anno fa, in occasione dell'approdo in terra europea dell'uragano Ophelia. Ecco la previsione del modello europeo UKMO riferita a martedì primo ottobre:

 

Sicuramente nei prossimi giorni dovremo abituarci a vedere dei nuovi ribaltoni di questo tipo da parte dei modelli, almeno sino a quando l'effettiva traiettoria dell'uragano Lorenzo e la sua influenza sui centri di alta e di bassa pressione sullo scacchiere europeo, non verranno stabiliti con esattezza.

Sul nostro Paese quindi sperimenteremo quasi sicuramente il rialzo della pressione in conseguenza del rinforzo delle fasce anticicloniche subtropicali, la seconda metà della settimana trascorrerà sotto condizioni atmosferiche più tranquille soprattutto al centro e al sud, le condizioni atmosferiche risulteranno spesso e volentieri soleggiate e le temperature gradevoli. Qualche addensamento in più sulle regioni del nord ma senza conseguenze di rilievo sul fronte delle precipitazioni. L'evoluzione relativa alla prossima settimana rimane ancora incerta. Seguite le news su meteolive.it.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum