Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "sono sconcertato, la popolazione assorbe come una spugna i titoloni assurdi di certa stampa e il Mediterraneo intanto si abbassa..."

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 21 Giugno 2007, ore 11.29

REDAZIONE: allora Grosso, c'è veramente qualcosa di pazzo riferito al caldo africano di questi giorni su molte regioni italiane? GROSSO: io abolirei questo aggettivo riferito al meteo. Qui se ci sono dei pazzi questi siamo noi; il tempo non deve essere giudicato perchè non ha e non potrà mai avere un comportamento lineare. Sento dire e leggo delle assurdità clamorose, pronunciate anche da pseudo-esperti che da geologi si improvvisano tuttologi e spaventano la popolazione facendo descrizioni catastrofiche anche di un singolo evento temporalesco, pur forte e violento. Sono sconcertato e la cosa peggiore è che la popolazione assorbe come una spugna i titoloni assurdi di certa stampa che parlano di tropicalizzazione del clima, frase che ossessivamente viene ripetuta ogni sera da Emilio Fede condita con servizi dai toni drammatici che fanno solo il gioco di chi vuole creare allarmismo. Il caldo di questi giorni altro non è che una vampata africana indotta da una discesa di aria più fresca ad ovest del Continente. Immaginate che tutto funzioni come una bilancia: da una parte ci metto una cosa che pesa di più (l'aria fredda) e di conseguenza dall'altra ecco salire quella che pesa di meno (l'aria calda). Entro la fine del mese tutto si risolverà con il probabile arrivo di correnti occidentali più fresche che ci porteranno anche l'anticiclone delle Azzorre; comincerà forse così l'estate classica mediterranea. REDAZIONE: al nord potranno ripetersi eventi come quello verificatosi ieri a Torino? GROSSO: fintanto che in Valpadana resisterà questo pacchetto d'aria caldo-umida al suolo, cioè almeno per le prossime 24-36 ore, ritengo di si, anche se i fenomeni interesseranno soprattutto la fascia montana e pedemontana e faranno fatica, salvo casi locali, a manifestarsi in aperta pianura. REDAZIONE: e al centro-sud seguiteranno a soffrire il caldo? GROSSO: anche qui spesso il termine sofferenza è usato a sproposito. Chi ha sofferto di più è stato il centro Italia per l'alto tasso di umidità, se l'aria è secca si soffre meno. E poi piantamola di fare tanto i piagnoni: milioni di persone si rifugiano nell'aria condizionata per ore e non sanno nemmeno cosa sia il caldo, per quei 5 minuti che restano all'aperto possono anche sopportarlo. Invece soffre chi è costretto a lavorare nei cantieri o comunque rimane in strada per molte ore al giorno o gli anziani che non possono perrmettersi il lusso di un condizionatore. REDAZIONE: è vero che il livello del Mediterraneo invece di sollevarsi come preventivava qualcuno si sta abbassando? GROSSO: la temperatura del Mediterraneo negli ultimi 40 anni si è alzata di circa 0,6°C e vi è stato anche un incremento della salinità; il livello del mare è diminuito di circa un paio di centimetri grazie proprio al riscaldamento in atto. E' diminuito inoltre il flusso di acqua dolce che vi giungeva dai nostri fiumi ma pensate anche dalle Dighe del Nilo. Con il mare più caldo, l'evaporazione aumenta, l'acqua è più salata ed il gioco è fatto: il livello si abbassa. La causa principale secondo molti esperti sarebbe da ricondurre alla NAO, la north atlantic oscillation, l'oscillazione nella distribuzione della pressione tra basse ed alte latitudini, tra Azzorre ed Islanda, tanto per intenderci, ed è un'oscillazione che varia in modo lieve spesso, netto solo nell'arco di decine di anni. Nel nostro caso alla NAO positiva è corrisposto un aumento della pressione di 1mb nel Mediterraneo, con un conseguente calo del livello dell'acqua e un minor apporto idrico in termini di perturbazioni. Altro che Venezia sommersa dalle acque... REDAZIONE: è vero che c'è un piccolo ritardo nell'uscita del suo nuovo libro? GROSSO: si uscirà ai primi di luglio. Niente di grave, solo piccoli problemi di stampa. Si, nei prossimi giorni su MeteoLive ci sarà uno speciale che illustrerà le tematiche trattate nel romanzo, non perdetelo.

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum