Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "per l'inverno sono tempi duri, a febbraio…"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 14 Gennaio 2020, ore 10.55

REDAZIONE: un altro inverno senza veri episodi degni di menzione?
GROSSO: La prima parte dell'inverno appena trascorso conferma che la super attività del vortice polare risulta ormai penalizzante per l'andamento della stagione su tutto il Continente europeo, limitando al minimo le irruzioni fredde e le fasi di spiccato maltempo. Il forte raffreddamento verificatosi in stratosfera, quello che tecnicamente, tradotto in inglese, è noto come "upper cooling", ha iniettato in quel settore del vortice polare una immane quantità di energia che ne ha permesso un imponente rafforzamento. Tale rafforzamento viene almeno in parte trasmesso dalle quote superiori a quelle troposferiche, da qui ne scaturisce alle nostre latitudini una lunga fase asfittica, apatica del tempo, caratterizzata da correnti da ovest tese che corrono alle alte latitudini e lasciano il Mediterraneo nelle mani di un anticiclone. Tutto il freddo rimane cosi confinato entro le spire polari sbilanciandosi solo in maniera modesta e sporadica verso sud. Per l'inverno sono cosi tempi duri.

REDAZIONE
: potrebbero verificarsi di tanto in tanto delle ondulazioni nel letto delle correnti in quota, tali da favorire situazioni di maltempo invernale sulla Penisola?
GROSSO: certamente. Ed è quello che sembrerebbe poter accadere durante il prossimo fine settimana, quando il vortice polare stratosferico peraltro abbandonerà per qualche giorno l'Europa, consentendo una breve frenata della corrente da ovest.

REDAZIONE: breve perché poi tali correnti torneranno a comandare?
GROSSO: probabilmente si, già prima della metà della prossima settimana torneranno questo tipo di correnti, che per noi si tradurranno in condizioni di variabilità atlantica con poco freddo, almeno inizialmente. Dunque se qualche nevicata dovesse intervenire, questa sarà solo per le zone di montagna.

REDAZIONE: però meno anticiclone in vista...
GROSSO: sembra che tali correnti possano limare le velleità dell'anticiclone e regalarci qualche momento dinamico a fine mese, cioè perlomeno caratterizzato da qualche precipitazione, pur in un contesto più autunnale che invernale, parlo di fine mese.

REDAZIONE: e queste ondulazioni non potrebbero diventare più incisive, portando maltempo più accentuato ed anche neve?
GROSSO: si, probabilmente succederà qualcosa di simile a febbraio, anche se quando le ondulazioni risultano più accentuate da noi può partire una sciroccata con tanta neve sulle Alpi, ma solo sulle Alpi appunto.

REDAZIONE
: e una via di mezzo? Cioè una depressione sullo Jonio?
GROSSO: ecco, questa favorirebbe nevicate a bassa quota in Appennino sul medio Adriatico e al sud a quote anche basse, ma lascerebbe all'asciutto le altre zone del Paese, pur in un contesto di freddo moderato.

REDAZIONE
: quale di queste ondulazioni vede più probabile?
GROSSO: al momento è impossibile dirlo, di certo allo stato attuale non vedo nessun blocco alla circolazione atlantica in grado di veicolare verso di noi un grande quantità di freddo e di portare condizioni dinamiche più severe di quelle appena prospettate. Magari però il tempo ci stupisce, il sistema come si sa non si comporta sempre nell'ambito "razionale" in cui gli umani vorrebbero ricondurlo.

 


Autore : Redazione di MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum