Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "maltempo di settembre avvisaglia di autunno inquieto"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 14 Settembre 2012, ore 10.23

REDAZIONE: "rispetto alla stabilità degli ultimi mesi di settembre, quello di quest'anno mostra un certo dinamismo, significa qualcosa per l'autunno?"
GROSSO: "significa molto: in primo luogo quest'anno, dopo la botta temporalesca spacca-stagione di fine agosto, non abbiamo assistito a rimonte anticicloniche di quelle toste, come spesso si vedevano in passato, non c'è stato e non ci sarà anche nei prossimi 15 giorni alcun monologo anticiclonico; anzi, dopo questo secondo guasto, è possibile che proprio l'ultima decade del mese riservi un nuovo e delicato guasto del tempo, in particolare sui versanti occidentali del Paese. Un settembre analogo lo ricordo nel 2000, quando gradualmente le piogge divennero sempre più frequenti e sfociarono nella tragica alluvione di metà ottobre".
 
REDAZIONE: quindi è probabile che questo settembre sia un po' il segnale di un autunno pazzo?
GROSSO: non pazzo, ma giustamente piovoso, come dovrebbe essere. I segnali comunque ci sono e non arrivano, come ci si attenderebbe, dal flusso perturbato atlantico, ma da scambi meridiani frequenti, che vedono il Mediterraneo come protagonista. Le depressioni raffreddano la superficie del mare, che diventa "attrattore" per le saccature nord europee.

REDAZIONE: chi potrebbe risentire maggiormente di queste fasi perturbate in arrivo?
GROSSO: questo possiamo dirlo solo limitatamente al settembre e sembra che il nord e le regioni centrali tirreniche siano tra le zone più deputate a ricevere un contributo precipitativo importante. Con gli scambi meridiani c'è poi sempre il rischio che qualche depressione finisca per affossarsi senza poter procedere con lena verso levante, concentrando i fenomeni per più giorni sulle medesime zone.

REDAZIONE: con il Nino che tipo di stagione invernale potremmo vivere?
GROSSO: siamo già all'inverno? In realtà il Nino influenza poco il nostro inverno, mentre può diventare cattivo in estate; più che a lui penserei invece a qualche fortunata combinazione tra la disposizione dei venti in stratosfera subtropicale, anomalie delle temperature superficiali oceaniche e collocazione favorevole di qualche ramo del vortice polare per sperare in una stagione invernale dinamica e magari nevosa. Ma siamo lontani, pensiamo all'autunno.

REDAZIONE: tornerà un po' di caldo?
GROSSO: l'unico vero caldo potrebbe temporaneamente tornare al sud e sulle isole se la saccatura che si prevede per il periodo 21-26, faticasse a muoversi verso levante, richiamando un massiccio contributo sahariano verso il Mediterraneo centrale, per il resto la vera stagione estiva è praticamente finita.


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum