Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

GROSSO: "la parentesi calda è finita, ora finale di stagione normale"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 19 Febbraio 2014, ore 10.40

REDAZIONE: comunque vada una stagione invernale indimenticabile...
GROSSO: si, è successo davvero di tutto, dalle eccezionali nevicate alpine, alla straordinaria mitezza al centro-sud, ad alcune situazioni alluvionali, alla quasi totale mancanza di gelate in pianura. Insomma ce lo ricorderemo per un pezzo questo non inverno 2013-2014.

REDAZIONE: e il finale di stagione?
GROSSO: per fortuna dovrebbe essere un finale di stagione in linea con quello che ci si potrebbe attendere alla fine di un normale febbraio, magari forse ancora un po' più mite del normale ma accettabile.

REDAZIONE: e l'inizio di marzo?
GROSSO: la prima decade di marzo potrebbe essere caratterizzata da un effetto tenaglia: in pratica le saccature affonderebbero nel vicolo cielo del Mediterraneo perchè impossibilitate ad avanzare verso levante dalla presenza dell'anticiclone russo. L'anticiclone delle Azzorre invece fornirebbe lo scivolo per tuffarsi proprio all'altezza dell'Italia. Dunque dovremmo sperimentare un periodo termicamente abbastanza fresco con qualche momento perturbato a causa della formazione di depressioni; non mancherà così anche qualche occasione favorevole a nevicate in Appennino a quote anche basse.

REDAZIONE: e successivamente?
GROSSO: marzo potrebbe continuare su questa falsariga, anche se un breve periodo in media o leggermente sotto la media termica non è che possa cancellare quanto è successo nei mesi precedenti. Il mare rimarrebbe tiepido. Per questo motivo c'è da ipotizzare una stagione primaverile un po' più calda del normale, perlomeno in aprile, ma bisogna vedere quanto l'Atlantico consentirà eventualmente la risalita precoce della cintura anticiclonica subtropicale. Insomma non tutto è così scontato come potrebbe sembrare, anche se il trend votato al caldo è innegabile.

REDAZIONE: a gran parte degli italiani però il caldo piace.
GROSSO: è una questione soggettiva, il caldo comunque piace perchè esistono i condizionatori e quasi tutti gli ambienti sono climatizzati. Così la gente si gode la calura all'aria aperta e si rigenera poi in casa con sbalzi anche di 15°C che sicuramente non giovano alla salute, specie dei bambini. Certamente il caldo può essere più godibile in quota, anche se per i ghiacciai è una vera disfatta. La popolazione in ogni caso non si rende conto dell'immane dispendio di energia che impone l'uso dei condizionatori. Una stagione molto calda ci espone poi al rischio di eventi atmosferici tremendi come le alluvioni lampo, perchè un mare surriscaldato, come già detto molte volte, produce mostri temporaleschi, i famigerati sistemi v-shaped che scaricano quantità di pioggia impressionanti non in poche ore, ma spesso anche in pochi minuti. Chi vive lontano da luoghi franosi o lontano dal letto dei fiumi o fuori traiettoria se ne frega e pensa a godersi il mare e la piscina, ma per chi deve convivere con situazioni ambientali difficili una riflessione si impone. Intendiamoci: un po' di caldo è bello, una bella giornata con il cielo azzurro mette euforia (anche se non a tutti) il caldo estremo no, così come il freddo: un po' di freddo sarebbe giusto sperimentarlo d'inverno, così come la neve è un battericida naturale e fa comunque bene ai terreni. Per questo noi di MeteoLive la teniamo tanto in considerazione, oltre all'effetto visivo in sè che a nostro giudizio resta il più bello in assoluto nella cerchia dei fenomeni atmosferici.

REDAZIONE: la gente si chiede se tutti gli inverni adesso saranno come questo...
GROSSO: il trend mite sull'Italia potrà continuare in linea con quanto successo negli ultimi anni, eccezioni a parte, ma è difficile che si ripeta a breve distanza un altro inverno fotocopia, anche se in passato non sono mancati episodi simili. In ogni caso cambierà anche lo schema degli indici teleconnettivi, per cui si spera certamente in una stagione diversa. 

 


Autore : Redazione MeteoLive

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum