Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Grosso: "l'inverno? C'è chi le spara grosse, ma l'anticiclone non ci terrà compagnia per 60 giorni"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso.

In primo piano - 21 Novembre 2011, ore 12.26

REDAZIONE: indubbiamente questo notevole raffreddamento in sede stratosferica nessuno se lo aspettava Grosso...
GROSSO: nessuno se lo aspettava perchè oggi ti chiedono le previsioni per l'inverno ad ottobre e tu non puoi far altro che mettere mano alla statistica, sommandola al comportamento degli ultimi inverni, che hanno visto in azione un vortice polare debole nella parte iniziale della stagione. Invece ecco qui la natura pronta a smentirci ancora una volta e a mischiare le carte con questo stratcooling che in italiano tanto sembra una parolaccia, ma che comunque ci dice che in sede polare e non solo lì ma anche in Siberia, si sta accumulando tanto, ma tanto freddo.

REDAZIONE: e la Nina?
GROSSO: l'episodio di Nina risulterà debole o moderato e non ritengo in grado possa influenzare, specie in questa fase, la fase iniziale dell'inverno.

REDAZIONE: le condizioni presenti in stratosfera sfonderanno in troposfera condizionando la partenza dell'inverno?
GROSSO: la famosa teoria del pre-condizionamento sul vortice polare troposferico in realtà ha bisogno di temperature ben più basse per sfondare e sconvolgere in modo tanto netto l'equilibrio troposferico. Molto più interessante sarà seguire i risultati di un rimbalzo caldo, tale da spezzare la compattezza del vortice polare già alla fine della prima decade di dicembre. La penetrazione di una saccatura in sede mediterranea da nord, l'elevazione dell'Azzorriano, la possibile formazione del classico anticiclone scandinavo, sono tutte ipotesi da tenere in considerazione, ma che potrebbero non trovare alcuna conferma nei fatti.

REDAZIONE: la persistenza dell'anticiclone alle medesime latitudini per mesi, che ha indirettamente causato anche 2 alluvioni, non la preoccupa?
GROSSO: certo che mi preoccupa. Non tutti i meccanismi dell'atmosfera sono chiari. Non possiamo pensare di mettere insieme 20 elementi teleconnettivi diversi e sperare che tutto funzioni a nostro piacimento. C'è qualcosa che ci sfugge. Questo amore sconfinato dell'anticiclone per l'Italia, ad esempio, ne è un esempio. Passi per le anomalie delle temperature superficiali oceaniche, ma dal febbraio scorso, salvo la pausa della parte iniziale dell'estate, l'anticiclone è lì. 

REDAZIONE: insomma l'inverno arriverà?
GROSSO: nonostante la preoccupazione per la persistenza dell'anticiclone, dopo tutto quanto esposto, credo che nella prima decade di dicembre possa succedere qualcosa di importante, cioè un affondo saccaturale diretto dal nord Atlantico verso l'Europa centro-occidentale.

REDAZIONE: e da est?
GROSSO: con calma, un passo alla volta, non facciamo come quelli che gridano ogni giorno all'inverno crudo e alle retrogressioni solo perchè sulla Russia siberiana fa un freddo cane. Aspettiamo, pazientiamo, analizziamo, evitiamo di aprir bocca a sproposito, solo per fare rumore.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum